Annapaola Ferri

– il figlio ha chiesto (con pec) ad avvocato perché non ha ancora rimesso agli atti il certificato di residenza nuora senza ottenere risposta;
– il figlio ha chiesto (con pec) ad avvocato di eseguire deposito in tribunale di ricorso congiunto firmato dalle parti, senza ottenere risposta;
– a questo punto è possibile revocare avvocato e farne subentrare altro? Il ricorso congiunto lo può depositare in tribunale avvocato subentrante o deve essere riproposto con firma avvocato subentrante?

Fa piacere notare una lettrice con una così spiccata perspicacia: con uno sforzo in più si sarebbe potuti arrivare alla conclusione che, se le cose stanno davvero come anche lei comincia a sospettare, la controparte si opporrà decisamente al deposito di un ricorso congiunto con un avvocato diverso da quello a cui suo figlio si è già affidato, eccependo che fra i due attuali professionisti l’accordo consensuale è già in uno stato avanzato di perfezionamento, e dilazionando ulteriormente i tempi.

E, dunque, forse sarà il caso di consultare un terzo avvocato (naturalmente libero da qualsiasi conflitto di interesse con il precedente) che, liberamente valuti, insieme a voi, se questo ricorso congiunto è proprio necessario e vantaggioso per suo figlio. Anche considerando che la signora non ha perso tempo a mettere in piedi una famiglia di fatto (cosa che non si realizza dall’oggi al domani) come semplicemente si evincerà dalla consultazione dei registri anagrafici (nemmeno bisognerà pagare un investigatore privato).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.