Giuseppe Pennuto

L’unica cosa sensata da fare per tutelarsi, è quella di invitare il suo ex ad effettuare il passaggio di proprietà dell’auto, avvertendolo che qualora non provvedesse in tal senso, lei si vedrebbe costretta a denunciare il furto del veicolo.

In ogni caso, lei dovrebbe rispettare le disposizioni di cui all’articolo 94 del codice della strada, norma che impone di comunicare all’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile, territorialmente competente, per la conseguente annotazione sulla carta di circolazione, l’intervenuta disponibilità del suo veicolo, per un periodo superiore a trenta giorni, in favore del suo ex coniuge. Atto che potrebbe rappresentare un’altra, e più soft, ma meno radicale, soluzione al lamentato problema. Con questo escamotage, infatti, lei, in quanto proprietaria, rimarrebbe comunque obbligata solidale al pagamento delle sanzioni amministrative qualora suo marito continuasse a restare inadempiente.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca