Simone di Saintjust

Il vizio insanabile della procedura di pignoramento presso terzi a cui il debitore è stato sottoposto è quello che ha impedito al debitore di proporre opposizione al decreto ingiuntivo: qualora l’esito della querela acclarasse la falsità del rifiuto a ricevere l’atto da parte del debitore, così come invece riportato dal postino nella relata di notifica del decreto ingiuntivo, ciò renderebbe inefficaci gli atti conseguenti (pignoramento del conto corrente e successivo pignoramento dello stipendio).

Il vizio eventuale di notifica dell’atto di pignoramento dello stipendio sarebbe sanato da una nuova notifica presso l’effettiva residenza del debitore esecutato.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca