Ornella De Bellis

Per verificare se c’è una segnalazione CRIF è necessario procedere ad una visura: cliccando qui troverà le indicazioni necessarie ad ottenere un report di eventuali segnalazioni a suo carico.

Prima, tuttavia, è necessario ricordare che anche in assenza di dati negativi presenti in CRIF è possibile che vi sia un diniego per il prestito richiesto: in altre parole se un aspirante debitore, non più giovane e già da tempo inserito nel mondo del lavoro (cioè con una regolare retribuzione), effettua una richiesta di prestito, può darsi che il funzionario della società creditrice, a cui viene affidata la pratica istruttoria, in assenza di riscontri positivi in Centrale Rischi relativi a posizioni debitorie aperte e chiuse con rimborsi regolari, decida di assegnare un merito creditizio negativo al richiedente(ipotizzando possibili segnalazioni negative automaticamente cancellate nel tempo dal gestore, in osservanza alle disposizioni di legge).

In pratica, si può entrare in un loop: l’accesso al credito mai effettuato nel passato può precludere la concessione di un prestito, così come accadrebbe ad un cattivo pagatore.

Inoltre, bisogna anche sapere che a fronte un richiesta di finanziamento il creditore interpellato deve effettuare obbligatoriamente una segnalazione, che resta censita per sei mesi in Centrale Rischi con causale “istruttoria aperta”. Questo per evitare che lo stesso aspirante debitore possa procedere con richieste di finanziamento multiple e contemporanee. Ne discende che, dopo un diniego, prima di rivolgersi ad altri, bisogna avere la pazienza di attendere il decorso di almeno 180 giorni.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca