Chiara Nicolai

Più di un milione di cartelle esattoriali sanno sospese nel mese di agosto 2018: ciò, poiché il Ministro dell’Economia e delle Finanze ritiene questa misura un atto di riguardo nei confronti dei contribuenti.

Le amministrazioni dell’Agenzia delle Entrate, dell’Agenzia delle Entrate Riscossione e del MEF non sospenderanno l’attività interna, ma hanno deciso di concedere ai cittadini una tregua muovendosi in una logica di buon senso e di semplificazione dei rapporti con famiglie, imprese e professionisti.

Il Ministro ha continuato dicendo che agosto è un periodo particolare dell’anno e dunque la sospensione temporanea di comunicazioni e notifiche per tasse non pagate è un segno di riguardo nei confronti dei contribuenti, con l’obiettivo di ridurre al minimo eventuali disagi’.

Dunque, in pratica, L’Agenzia delle Entrate e l’Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia), in accordo con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, hanno deciso di sospendere la notifica di circa 1 milione di cartelle, lettere di compliance, avvisi di liquidazione e richieste di comunicazioni nei confronti dei contribuenti.

Le cartelle da riscuotere dall’Agenzia delle Entrate Riscossione sono circa 450.000, mentre gli avvisi che deve inviare l’Agenzia delle Entrate 650.000.

Tutte queste comunicazioni verranno bloccate per il mese di agosto, mentre alcuni atti ritenuti inderogabili saranno comunque inviati.

L’attività delle due agenzie e del Ministero delle Finanze continuerà senza interruzioni.

La notifica di tutti i documenti “congelati” riprenderà al termine delle settimane di sospensione.

Non sarà interessata dalla sospensione feriale, invece, la scadenza dei 60 giorni per il pagamento delle somme indicate nei ruoli precedentemente notificati dall’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca