Lilla De Angelis

Credo sia del tutto fuorviante, in questo contesto, concentrare l’attenzione sulla copia del contratto originario del prestito erogato da Findomestic, sulla lettera di cessione del credito da Findomestic a Link Financial e sull’estratto estratto cronologico. Non è l’omissione di questi documenti il problema principale che deve affrontare al momento.

Bisogna partire dalle cambiali sottoscritte nel 2016: ebbene, con la cambiale non pagata alla scadenza il beneficiario può esercitare azione diretta di escussione coattiva nei confronti del trattario (il debitore che ha sottoscritto la cambiale). In pratica, si portano le cambiali all’ufficiale giudiziario (non è necessario il protesto per l’azione diretta, ma basta l’annotazione del mancato pagamento attestata dalla banca dove la cambiale doveva essere pagata), si notifica il precetto al debitore, dopodiché possono essere avviate le azioni esecutive nei confronti del debitore inadempiente (pignoramento del conto corrente, dello stipendio, della pensione).

L’azione diretta si prescrive in tre anni dalla data di scadenza della cambiale: ma, una volta decorso il termine di prescrizione triennale il beneficiario creditore, con le cambiali non pagate alla scadenza e nel termine prescrittivo decennale, può rivolgersi al giudice per chiedere ed ottenere un decreto ingiuntivo.

Perché questa premessa? Lo scopo dovrebbe essere chiaro: se lei non individua il beneficiario delle cambiali a suo tempo sottoscritte e non onorate, chiedendo innanzitutto la restituzione dei titoli, rischia di pagare due volte: con l’accordo transattivo e in seguito ad ingiunzione di pagamento emessa dal giudice adito dal beneficiario creditore sulla base delle cambiali non onorate alla scadenza.

Insomma, sono quattro le condizioni a cui deve vincolare un eventuale accordo con la società di recupero crediti cessionaria del credito: copia autenticata di cessione del credito da Findomestic a Link Financial (per individuare il creditore legittimato a riscuotere), copia dell’estratto conto cronologico (per determinare l’ammontare del capitale residuo, l’entità degli interessi moratori applicati e le eventuali spese di recupero addebitate), copia del contratto originale sottoscritto con Findomestic (per accertare l’esistenza del credito vantato dal cessionario), restituzione delle cambiali originali sottoscritte nel 2016 per evitare di pagare il debito residuo due volte, una prima volta a Link Financial e la seconda al beneficiario delle cambiali.

Perché le cambiali non onorate e lasciate in giro, a volte, ritornano …

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca