Ludmilla Karadzic

Grazie della risposta ma alcune cose non mi sono chiare: da quanto ho letto il pignoramento è diretto fino al concorrere delle somme dovute (non è fissata alcuna data di udienza).

Passati quindi i 60 giorni utili per ipotetico ricorso (che non ho fatto) come si procede?

Chi calcola l’importo del pignoramento esattoriale che l’azienda verserà direttamente all’ agenzia delle Entrate?

Nel suo caso è la lege che stabilisce la quota nel 10% dello stipendio percepito al netto di oneri fiscali e contributivi ed al lordo di eventuale cessione del quinto.

Quando il debitore ritenesse illegittima la quota pignorata dal datore di lavoro (che è poi quella pretesa dal Concessionario) perché sullo stipendio insistono altri pignoramenti e una cessione del quinto che assorbono oltre la metà dello stipendio, allora il rimedio è quello rappresentato dal giudice dell’esecuzione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.