Eleonora Figliolia

La Commissione europea ha proposto una modifica alla direttiva 2009/103/CE in materia di assicurazione rc auto dei veicoli, con l’obiettivo di rendere la classe di merito valida in tutta Europa, in modo da garantire il risarcimento per le vittime di un sinistro anche qualora l’assicuratore sia insolvente.

Inoltre, la novità normativa prevede che chi rientra in una classe di merito in un altro Stato membro sia messo sullo stesso al pari degli assicurati nazionali e possa anche beneficiare di migliori condizioni assicurative.

Dunque, si vuole garantire, in primis, alle vittime di incidenti stradali una protezione migliore.

Inoltre, se un cittadino si trasferisce in un altro Stato membro e stipula una nuova polizza rc auto, la classe di merito posseduta sarà parificata a quella dei consumatori nazionali.

L’idea dell’Ue sull’assicurazione autoveicoli facilita anche il contrasto al dilagante fenomeno della circolazione dei veicoli privi di assicurazione, facilitando le funzioni delle autorità competenti.

Inoltre, così facendo, si garantiscono anche dei livelli minimi in materia di lesioni personali e danni materiali.

Ad esempio, riguardo le attestazioni di pregressa sinistralità, gli assicuratori saranno obbligati a considerare le attestazioni emesse negli altri Stati membri al pari di quelle rilasciate a livello nazionale.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca