Stefano Iambrenghi

In alcuni casi, ovvero quando ci sono premi per infortuni e assicurazione vita, la polizza assicurativa auto può essere detraibile nel 730.

Nel dettaglio, se si tratta di polizze assicurative stipulate dal contraente relative alla sola autovettura, a eventuale copertura del rischio morte e invalidità del conducente terzo, la detrazione non spetta per il relativo premio in quanto il soggetto assicurato non è individuato e può essere un qualsiasi conducente del veicolo.

Al contrario, se sono stati contratti premi relativi all’assicurazione sulla vita e contro gli infortuni, la detrazione spetta anche per i premi versati per le assicurazioni contro gli infortuni relative al conducente auto, stipulate in aggiunta all’ordinaria polizza rc auto.

Le istruzione 730 2018 riportano le seguenti indicazioni sui premi relativi alle assicurazioni vita e infortuni.

Per i premi relativi alle assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni, la detrazione riguarda:

  • per i contratti stipulati o rinnovati fino al 31 dicembre 2000, i premi per le assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni, anche se versati all’estero o a compagnie estere.
  • La detrazione è ammessa a condizione che il contratto abbia durata non inferiore a cinque anni e non consenta la concessione di prestiti nel periodo di durata minima;
  • per i contratti stipulati o rinnovati a partire dal 1° gennaio 2001, i premi per le assicurazioni aventi per oggetto il rischio di morte, di invalidità permanente non inferiore al 5 per cento (da qualunque causa derivante).

L’importo non deve complessivamente superare 530,00 euro e deve comprendere anche i premi di assicurazione indicati nella sezione Oneri detraibili della Certificazione Unica con il codice onere 36.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca