Andrea Ricciardi

La Regione Marche, per i contribuenti residenti nelle zone colpite dal sisma, con una delibera di Giunta approvata lo scorso 21 maggio ha stabilito la possibilità di rateizzare le tasse automobilistiche regionali non versate negli anni 2016/2017 per effetto delle sospensioni.

Il provvedimento consente ai residenti dell’area terremotata, ossia quei soggetti diversi dai titolari di reddito di impresa e di reddito da lavoro autonomo, oltre che agli esercenti di attività agricole, la possibilità di corrispondere ratealmente la tassa automobilistica non pagata senza incorrere in sanzioni e interessi sfruttando la sospensione stabilita dalla legge 189/2016 (art. 48, c. 11).

Le tasse potranno essere dunque versate in 5 rate mensili a partire dal 31 maggio 2018.

Laddove ve ne fossero le possibilità, i pagamenti sospesi potranno essere regolarizzati in unica soluzione con versamento entro il 31 maggio 2018.

Per sapere se anche nella propria regione è consentita la rateizzazione del bollo bisogna innanzitutto rivolgersi all’Ufficio Tributi regionale e richiedere informazioni in tal senso (potrebbe essere sufficiente una telefonata o consultare il sito internet).

In alternativa si possono chiedere informazioni presso le agenzie ACI dislocate su tutto il territorio.

Nel caso in cui la regione non accetti il pagamento rateale, un’altra soluzione è quella di far scadere i termini per il pagamento del bollo e attendere l’arrivo della cartella esattoriale che richiede il pagamento.

In tal modo si potranno versare i tributi per il bollo auto in rate, cui andranno però sommate percentuali aggiuntive come sanzione e per i ritardi, ma andrà presentata un’apposita istanza in cui si dichiara l’effettiva situazione di degenza economica.

Una volta avviata la procedura bisognerà stabilire in quante rate frazionare il bollo, tenendo presente che esiste un tetto di massimo 72 rate, che possono arrivare a 120 in caso di gravi difficoltà economiche.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca