Ludmilla Karadzic

Deve considerare il fatto che, quasi sempre, gli addetti al recupero crediti sono vincolati a perfezionare la trattativa facendo sottoscrivere al debitore un accordo formulato secondo standard stabiliti dall’ufficio legale e che, per ovvie ragioni, non godono della libertà di modificare le bozze secondo le direttive del cliente.

Insomma, voglio dire che il comportamento della CAF spa non deve essere necessariamente ricondotto a malafede o a tentativi di raggiro. E, comunque, si tratta di una trattativa liberamente condotta fra due parti delle quali l’una non è, naturalmente, obbligata ad accettare le proposte di modifica all’accordo richieste dall’altra.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca