Ludmilla Karadzic

L’articolo 72 ter del dpr 602/1973 (riscossione coattiva esattoriale delle imposte sul reddito) dispone che le somme dovute a titolo di stipendio possono essere pignorate dall’agente della riscossione in misura pari ad un decimo per importi fino a 2 mila e 500 euro euro e in misura pari ad un settimo per importi superiori a 2 mila e 500 euro e non superiori a 5 mila euro.

Ora, se il credito esattoriale è originato dall’omesso o insufficiente versamento delle imposte sul reddito, può, con l’aiuto di una avvocato, presentare ricorso al giudice dell’esecuzione del Tribunale territorialmente competente per ottenere la riduzione al 10% della quota di pignoramento mensile.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca