Genny Manfredi

Grazie a Plafond Casa, la soluzione messa a disposizione da Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), attraverso una convenzione stipulata con l’Associazione bancaria italiana (Abi), è possibile ottenere un mutuo agevolato per una famiglie in cui c’è una persona disabile ai sensi della Legge 104.

Possono usufruire del mutuo agevolato, a tasso fisso o variabile, i nuclei familiari di cui fa parte almeno un soggetto disabile, ma anche giovani coppie e famiglie numerose.

Infatti, nel dettaglio, possono richiedere il mutuo agevolato Legge 104 soltanto le persone fisiche, non le società o gli enti in generale ed hanno la priorità per la fruizione dei benefici:

  • le giovani coppie;
  • i nuclei familiari di cui fa parte almeno un soggetto disabile;
    le famiglie numerose.

Dunque, l’interessato può beneficiare del Plafond Casa se risulta:

  • componente di una giovane coppia, ossia di un nucleo familiare costituito da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno due anni, in cui, alla data della domanda, almeno uno dei componenti non abbia superato i 35 anni e l’altro non superi i 40 anni di età;
  • componente di un nucleo familiare di cui fa parte almeno un soggetto disabile ai sensi della Legge 104;
  • componente di una famiglia numerosa, ossa di un nucleo familiare con tre o più figli

L’importo dei mutui può arrivare fino:

  • 100 mila euro per gli interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica.
  • fino a 250 mila euro per l’acquisto di immobili residenziali
  • fino a 350 mila euro per interventi congiunti di acquisto e di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica sulla stessa abitazione.

Plafond casa prevede 10 anni di durata per gli interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica, 20 anni per l’acquisto dell’abitazione con o senza ristrutturazione, 30 anni per l’acquisto dell’abitazione con ristrutturazione.

Le banche aderenti alla Convenzione CDP-ABI sono molto numerose. Tra queste vi sono:

  • Banca Nazionale Del Lavoro S.p.A.;
  • Banca Monte Dei Paschi Di Siena S.p.A.;
  • Unicredit S.p.A.;
  • Intesa Sanpalolo S.p.A.;
  • Banca Sella.

Il mutuo va richiesto direttamente alle banche aderenti alla Convenzione Cdp-Abi.

Praticamente, l’interessato deve recarsi presso una banca che offre il mutuo Plafond Casa e compilare un apposito modulo fornito dalla banca, in cui dichiara il possesso delle condizioni che danno luogo all’agevolazione (come il possesso di handicap ai sensi della Legge 104), le operazioni da finanziare (acquisto, ristrutturazione, con o senza efficientamento energetico), l’importo richiesto e la scelta tra tasso fisso e variabile.

Il modulo si chiama Richiesta di mutuo ipotecario a banche su provvista cassa depositi e prestiti S.p.A.

Per le banche, l’accesso al plafond della Cassa depositi e prestiti è regolato a sportello, fino ad esaurimento delle risorse.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca