Simone di Saintjust

Non ho motivo alcuno di dubitare che nella vicenda debitoria che la riguarda non vi sia stato alcun intento fraudolento da parte sua e di sua moglie.

Tuttavia, non posso far altro che accogliere il suo sfogo: ogni ulteriore considerazione di merito è preclusa dall’impossibilità di esaminare la documentazione presentata dalla controparte.

Peraltro, lei nemmeno specifica se l’azione revocatoria promossa dal creditore risulti pendente o sia stata già accolta dal giudice.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca