Simone di Saintjust

Potrà contestare la notifica del successivo atto di precetto innanzi al giudice dell’esecuzione per vizio di notifica dell’atto presupposto (il decreto ingiuntivo).

La procedura comporterà per lei (ricorrente) l’onere delle spese derivanti dalla necessità di pagare un avvocato per presentare opposizione; la controparte sarà costretta a notificare di nuovo il decreto ingiuntivo ma l’opposizione non comporterà la nullità dello stesso.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.