Genny Manfredi

Lei deve presentare una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) in modo che suo figlio fruisca dei servizi e benefici sociali riservati ai minorenni.

Lei non lo riferisce, ma ipotizziamo che i due genitori del minorenne non siano coniugati, che il padre del minorenne non sia coniugato (con altra donna diversa dalla madre del minorenne), non abbia altri figli, e non siano stati disposti dall’Autorità Giudiziaria, a carico del padre, assegni di mantenimento a favore del minorenne per il quale viene presentata la DSU/ISEE.

Con le ipotesi formulate (purtroppo non disponiamo della sfera di cristallo) il nucleo familiare da riportare nella DSU/ISEE presentata per il minorenne è costituito dal minorenne stesso, da sua madre, dalla nonna materna e dal padre naturale che lo ha riconosciuto. Pertanto, la soluzione migliore, a nostro giudizio, è che madre e padre del minorenne si rechino insieme al CAF con tutti i documenti necessari. In alternativa o il padre consegna alla madre del minorenne la propria documentazione (patrimoniale e reddituale) e la madre del minorenne presenta la DSU/ISEE, oppure la madre del minorenne consegna al padre del minorenne la propria documentazione (patrimoniale e reddituale) nonché quella relativa alla nonna materna del minorenne, ed in questo caso sarà il padre del minorenne a sottoscrivere la DSU/ISEE.

Per inciso, chi sottoscrive la DSU/ISEE si assume la responsabilità penale qualora fornisca informazioni mendaci, o incomplete, al CAF.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.