Loredana Pavolini

Piuttosto della tempistica che, comunque, non può superare i quattro giorni lavorativi successivi alla data di pagamento dell’importo indicato nel titolo, spero che lei abbia seguito tutta la procedura inerente il pagamento tardivo dell’assegno per evitare la revoca di sistema, l’iscrizione al CAI e la successiva sanzione amministrativa disposta dal Prefetto per emissione di assegni privi della necessaria copertura.

Procedura che prevede anche il pagamento degli interessi legali riconducibili al ritardato adempimento, nonché della penale pari al 10% dell’importo facciale dell’assegno.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca