Annapaola Ferri

Se durante la convivenza anagrafica sua madre avesse l’esigenza di presentare la DSU ISEE per fruire di prestazioni socio sanitarie, ella potrà esercitare l’opzione, prevista dalla legge, di scelta del nucleo familiare ristretto rispetto a quello ordinario, composto esclusivamente da lei, beneficiaria delle prestazioni, dal coniuge, dai figli minorenni e dai figli maggiorenni a carico ai fini IRPEF, escludendo pertanto altri eventuali componenti la famiglia anagrafica (ovvero, il figlio temporaneamente convivente che si ipotizza non essere a carico fiscale della madre).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca