Andrea Ricciardi

Può scattare il reato di getto di cose pericolose quando, per tempo reiterato, si lanciano oggetti verso un balcone sottostante.

Secondo la Corte di Cassazione, infatti, tali comportamenti, a dir poco incivili, rientrano nella fattispecie giuridica di molestie che fanno scattare, inevitabile, la condanna per «getto pericoloso di cose.

Inoltre, ai fini della configurabilità del reato di getto pericoloso di cose non si richiede che la condotta contestata abbia cagionato un effettivo nocumento, essendo sufficiente che essa sia idonea ad offendere, imbrattare o molestare le persone.

In parole povere, se un inquilino, per più tempo e dopo diversi avvisi, continui nel suo modus operandi di gettare oggetti, e altro, dal balcone verso un altro in condomino, può essere denunciato in un contesto addirittura penale, per il reato di getto di cose pericolose (articolo 674 del codice penale).

Per il buon senso, avvisi il condomino e, se prosegue, cominci con una diffida scritta.

Se le cose non cambiano, ora sa dove può arrivare.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.