Annapaola Ferri

Può richiedere quello che vuole, magari inviando due lettere con raccomandata AR in cui si dichiara impossibilitato ad adempiere agli obblighi assunti, illustrandone i motivi e proponendo un piano di rientro, come lei scrive, più morbido.

Le istanze non serviranno a consentirle di ristrutturare il debito, ma almeno faranno capire ai creditori che le rispettive pretese sono divenute inesigibili.

A questo punto, se è titolare di un reddito da lavoro dipendente, uno, o entrambi i creditori, promuoverà azione esecutiva finalizzata al pignoramento dello stipendio con un prelievo massimo mensile (anche nel caso che si muovano tutti e due) del 20% della busta paga netta. E’ questo sarebbe già un ottimo risultato se, attualmente, per soddisfare le obbligazioni assunte, dovrebbe teoricamente sborsare più di un quinto della retribuzione.

Se non percepisce reddito o, se pur percependolo è un tantino fortunato, Findomestic e Poste Italiane decideranno di cedere i propri crediti a società di recupero: in questo modo, se sarà capace, potrà gestire meglio la partita decidendo tempi, modi ed importo da restituire al cessionario con una soluzione a saldo stralcio.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca