Giorgio Valli

Se l’azienda austriaca è così nobilmente ben disposta ad erogare una somma di danaro che non trova giustificazione alcuna sulla base del rapporto di lavoro, avrà senz’altro un risorsa finanziaria (tesoretto) a cui attingere per poter erogare l’importo in contanti.

Qualora così non fosse, in alternativa, si tratterà semplicemente di corrispondere il forfait delle spese presunte e dal datore di lavoro ritenute congrue, gravate dall’aliquota marginale IRPEF e contributiva a cui è soggetto il beneficiario di nazionalità italiana. Insomma, una sorta di aumento di valore delle prestazioni riconosciute.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca