Ludmilla Karadzic

In linea del tutto teorica il suo compagno potrebbe essere sottoposto a pignoramento presso la residenza del debitore e a quello della carta prepagata.

Nel caso di pignoramento presso la residenza del debitore sua madre potrà dimostrare al giudice delle esecuzioni che il compagno della figlia è un ospite temporaneo esibendo, ad esempio, uno stato di famiglia storico.

In queste situazioni si può, tuttavia, stipulare preventivamente un contratto di comodato, in forma di scrittura privata autenticata, in cui viene indicata la parte dell’immobile nonché gli arredi concessi in uso. La scrittura privata autenticata andrebbe poi registrata presso l’Agenzia delle Entrate.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca