Annapaola Ferri

Quando lei chiede un prestito è il creditore, nella fase istruttoria, ad effettuare visure nelle centrali rischi private (CRIF, EXPERIAN, CTC): non serve alcuna liberatoria per poter dimostrare di non essere un cattivo pagatore.

Ora, la cancellazione automatica del suo nominativo dalla CRIF (Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria) per non aver versato il corrispettivo di due rate alla scadenza prevista, avverrà dopo 24 mesi (due anni) dalla regolarizzazione. Ovvero, decorsi due anni dalla data in cui lei finirà di pagare (senza ulteriori ritardi) i bollettini dalla COMPASS inviati per il recupero delle due rate rimaste in sospeso.

La liberatoria, da esibire alla CRIF, le potrà servire solo nel caso in cui il creditore dimenticasse di segnalare alla centrale rischi l’intervenuta regolarizzazione dei pagamenti: ma deve essere richiesta alla COMPASS, appena lei avrà finito di pagare (senza ulteriori ritardi) i bollettini inviati per il recupero delle due rate rimaste in sospeso.

Fermo restando che la cancellazione dalla centrale rischi CRIF potrà essere pretesa ed ottenuta solo dopo due anni dalla data di regolarizzazione dei pagamenti.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca