Loredana Pavolini

Quando l’utilizzo del lastrico solare non è comune a tutti i condomini, dei danni che derivano da infiltrazioni nell’appartamento sottostante rispondono sia il proprietario esclusivo del lastrico solare, in quanto custode del bene, sia il condominio, in quanto la funzione di copertura dell’intero edificio, o di parte di esso, propria del lastrico solare impone all’amministratore l’adozione dei controlli necessari alla conservazione delle parti comuni e all’assemblea dei condomini di provvedere alle opere di manutenzione straordinaria.

Pertanto, le spese di riparazione del lastrico solare di proprietà esclusiva, ma posto a copertura di un edificio condominiale, sono per un terzo a carico del proprietario esclusivo del lastrico e per i restanti due terzi a carico del condominio conformemente a quanto stabilito dai giudici della Corte di Cassazione, a sezioni unite, nella sentenza 9449/2016.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.