Ornella De Bellis

Certamente lo stipendio potrà essere pignorato da Equitalia che agirà per il rimborso di crediti esattoriali, di natura diversa da quelli ordinari (acquisiti, questi ultimi, con privati, banche e finanziarie).

Si parte dal pignoramento un decimo per stipendi fino a 2.500 euro (al netto degli oneri fiscali e previdenziali). Se lo stipendio è più elevato, allora aumenta anche la quota pignorabile (un settimo per importi compresi tra 2.500 e 5.000 euro fino ad arrivare a un massimo di un quinto se si superano i 5 mila euro).

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.