Giuseppe Pennuto

L’obbligato principale è il conducente del veicolo al momento dell’infrazione al Codice della strada: ma, è responsabile solidalmente, rispetto al pagamento della sanzione amministrativa (la multa) anche il proprietario del veicolo, a meno che non provi che la circolazione del veicolo e’ avvenuta contro la sua volontà.

Se uno dei soggetti (conducente o proprietario) paga la sanzione libera l’obbligato principale e può poi rivalersi su quest’ultimo per ottenere un rimborso.

Una eventuale “confessione” del proprietario che ammettesse la propria esclusiva responsabilità, non servirebbe a mutare la procedura di riscossione coattiva.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.