Rateazione al contribuente che ha già subito un pignoramento di un bene mobile

Vorrei sapere se per effetto della legge 31/2008 può essere concessa una rateazione al contribuente che ha già subito un pignoramento di un bene mobile. Con l’eliminazione del secondo comma dell’articolo 19 sembra che sia possibile. Si può avere una conferma?

Giuliano Falcetti, Macerata

A seguito dell’entrata in vigore del “decreto milleproroghe”, l’avvio di una procedura esecutiva, come il pignoramento, non costituisce più un ostacolo alla concessione della rateazione in situazioni di temporanea obiettiva difficoltà.

Per porre una domanda sulla notifica, il pagamento e la dilazione della cartella esattoriale; sul pignoramento esattoriale, il fermo amministrativo e l’iscrizione ipotecaria; e su qualsiasi argomento correlato all’articolo, clicca qui.

20 Ottobre 2008 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Cartella esattoriale di Equitalia: la rateazione (o dilazione) » Un piccolo prontuario per il contribuente/debitore
Tutto ciò che c'è da sapere sulla rateazione, o dilazione, di una cartella esattoriale di Equitalia. I principi, in linea generale, sono che: per i debiti fino a 50.000 euro, è possibile chiedere la cosiddetta rateazione ordinaria a 72 rate, senza dover presentare documentazione per documentare la propria difficoltà economica; per le cartelle superiori a 50.000 euro, l'Agente valuta l'effettiva ricorrenza della temporanea obiettiva difficoltà in base a indici differenti a seconda del soggetto richiedente la dilazione. In ogni caso, è sempre possibile la rateazione straordinaria della durata massima di 120 rate (mensili), in caso di comprovata e grave situazione ...

Equitalia - come ottenere la dilazione del debito in 120 rate o una proroga della rateazione
L'entrata in vigore della legge di conversione del decreto Fare e la successiva emanazione del decreto attuativo del MEF (decreto del 6 novembre 2013) rendono possibile la concessione, da parte di Equitalia, di un piano di rateazione decennale (120 rate) per i debiti iscritti a ruolo. In alternativa, il debitore può: chiedere un piano di rateazione ordinario, fino ad un massimo di 72 rate, in caso di temporanea situazione di obiettiva difficoltà; chiedere un piano di rateazione straordinario, fino ad un massimo di 120 rate, in caso di comprovata e grave situazione di difficoltà legata alla congiuntura economica, per ragioni ...

Rateazione Equitalia - per debiti fino a 50 mila euro possibile chiederla con semplice richiesta motivata
Passa da 20 a 50 mila euro la soglia massima che permette di chiedere la rateizzazione con una semplice richiesta motivata.  E' possibile ottenere fino a 72 rate (6 anni), fermo restando che l'importo di ciascuna rata dovrà essere pari almeno a 100 euro. Per gli importi superiori resta invece necessaria la presentazione di alcuni documenti aggiuntivi per dimostrare la situazione di temporanea difficoltà economica. Attenzione: i contenuti illustrati di seguito sono quelli vigenti per le rateazioni della cartella esattoriale concesse entro il 21 ottobre 2015. Per gli importi sopra i 50 mila euro occorrerà invece presentare una serie di ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su rateazione al contribuente che ha già subito un pignoramento di un bene mobile. Clicca qui.

Stai leggendo Rateazione al contribuente che ha già subito un pignoramento di un bene mobile Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 20 Ottobre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 21 Settembre 2017 Classificato nella categoria cartelle esattoriali - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • mariella 29 Aprile 2010 at 11:06

    Ho ricevuto due cartelle esattoriali: una per un bollo non pagato pari a 400 Euro e un’altra della Tarsu che non devo pagare in quanto si riferisce al vecchio appartamento dove abitavo e comunque sono andata via nel mese di marzo (facendo il cambio di residenza).
    A cosa vado incontro?