Salve, qualche giorno fa mi è arrivata una multa nella quale nella sezione “PROPRIETARIO O SOLIDALE” vi è scritto “LO STESSO”, riferendosi ai miei dati anagrafici

Salve, qualche giorno fa mi è arrivata una multa nella quale nella sezione “PROPRIETARIO O SOLIDALE” vi è scritto “LO STESSO”, riferendosi ai miei dati anagrafici scritti sopra, anche se in verità il motore oggetto della multa non è mio, ma di una mia amica. A questo punto vorrei capire il significato di “solidale”, e se ci sono gli estremi per un ricorso al giudice di pace, giacchè mancherebbero i dati del proprietario. Ho letto che la multa può essere annullata se manca “nome e cognome del proprietario(se la multa è arrivata a casa)o del trasgressore(se quest’ultimo è stato subito fermato dalle forze dell’ordine)”. La multa mi è stata contestata d’ufficio,giacchè al momento dell’incidente fui portato via in ambulanza. Qualche giorno dopo andai al comando dei vigili urbani per spiegare la dinamica e mi sono state riscontrate due infrazioni: una perchè eravamo in due sul motore (la mia amica), ed un altra perchè il motore non aveva la revisione. Ma la multa per non avere dato la precedenza no. Adesso mi è arrivata a casa a distanza di circa 2 mesi.Come mi devo comportare?
Mi sono stati pure tolti 5 punti dalla patente.
Può essere motivo di ricorso inoltre il fatto che non è ben chiaro quanto debba pagare? C’è scritto 143.00 euro + spese di procedimento ex artt 196 e 203/3 C.d.S, senza specificare a quanto ammontino tali spese, e più 5,60 euro spese di spedizione (non è allegato nessuno bollettino di c/c, ci è solo indicaro il numero del c/c)

Commento di Daniele Castelli | Venerdì, 12 Settembre 2008

L’articolo 196 spiega che il conducente deil veicolo che commette infrazione è obbligato in solido con il proprietario.

Il 203 ti avvisa che se fai ricorso entro 60 gg. al prefetto e lo perdi, paghi il doppio della multa. Lo stesso importo più spese di procedimentoe lo perdi con il G.d.P.

Dunque sappiamo quanto dobbiamo pagare, adesso. :-))

Per “LO STESSO” non è un errore rilevante per il ricorso. Infatti tu puoi anche non pagare.

Posto infatti che l’infrazione non è contestata, nè pagata da te, nel momento in cui ti arriverà la cartella esattoriale potrai segnalare, ove la cosa non fosse già stata acquisita, che il proprietario del motore è la ragazza. E loro, volendo, potranno anche rivalesri su di lei (la scelta di quale coobbilgato aggredire è del creditore).

Insomma, per fare ricorso devi trovare qualcosa di più sostanzioso. Dovrebbe essere esaminato il verbale anche in relazione agli articoli del C.d.S. che si presumono tu abbia infranto.

P.S. anche con le cifre della C.I. non ci siamo.

Commento di karalis | Venerdì, 12 Settembre 2008

12 Settembre 2008 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Cartella esattoriale Equitalia notificata al conducente e al proprietario del veicolo a bordo del quale fu commessa l'infrazione - Se paga il conducente il proprietario è liberato?
Nell'ottobre 2015 mio padre, proprietario del veicolo, presta la sua auto a mio cognato, che in questo caso sarà il conducente: quest'ultimo viene fermato dalla polizia e gli viene fatto un verbale che non paga. Dopo due anni, sia a mio padre che a mio cognato arriva una cartella esattoriale con lo stesso importo da pagare. Nel caso il conducente dovesse pagare la multa mio padre é tenuto a pagare anche lui l'importo? In caso di risposta negativa, sempre dopo il pagamento dell'importo da parte del conducente, Equitalia dovrà rilasciare una dichiarazione in cui svincola il proprietario dell'auto? ...

I dati del conducente vanno chiesti al proprietario del veicolo al momento dell'infrazione e non al proprietario del veicolo al momento della notifica del verbale di multa
Il proprietario del veicolo, in quanto responsabile della circolazione dello stesso nei confronti delle pubbliche amministrazioni e dei terzi, è tenuto sempre a conoscere l'identità dei soggetti ai quali ne affida la conduzione; ne deriva che dell'eventuale incapacità d'identificare detti soggetti necessariamente risponde, nei confronti delle une per le sanzioni e degli altri per i danni, a titolo di colpa per negligente osservanza del dovere di vigilare sull'affidamento in modo da essere in grado di adempiere al dovere di comunicare l'identità del conducente. Se, dunque, l'onere di comunicazione dei dati del conducente è finalizzato ad assicurare la collaborazione del proprietario ...

Multa pagata con un giorno di ritardo - Su quale importo vanno pagati gli interessi semestrali del 10%
Il 23 dicembre 2014 arriva una multa presa con autovelox causa le festività Natalizie (25/26-27 sabato 28 domenica) pago la multa euro 132,60 il 30 dicembre (un giorno di ritardo) a distanza di quasi cinque anni Maggio 2019 mi arriva l'avviso di pagamento di ben 428 euro! Non potevano mandare un avviso entro i 90 giorni? gli interessi di mora vanno calcolati sull'intero importo della sanzione oppure sulla rimanenza avendo appunto versato il 70% della multa? ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su salve, qualche giorno fa mi è arrivata una multa nella quale nella sezione “proprietario o solidale” vi è scritto “lo stesso”, riferendosi ai miei dati anagrafici. Clicca qui.

Stai leggendo Salve, qualche giorno fa mi è arrivata una multa nella quale nella sezione “PROPRIETARIO O SOLIDALE” vi è scritto “LO STESSO”, riferendosi ai miei dati anagrafici Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 12 Settembre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 1 Maggio 2017 Classificato nella categoria multe ricorsi e sinistri - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)