Pignoramento conto corrente - aprire un nuovo conto corrente all'estero oppure trasferire i soldi sul conto corrente intestato a persona di fiducia

L'apertura di un conto corrente viene di solito negata ai protestati, i quali hanno già in precedenza tradito il rapporto di fiducia con la banca emettendo assegni scoperti.

A chi è stato iscritto ad una Centrale Rischi, per inadempienza, viene di solito concessa l'apertura di un rapporto di conto corrente, anche se, generalmente non gli si concedono fidi o scoperti di conto.

Un soggetto può subire un pignoramento del conto corrente per i motivi più vari, che non presuppongono necessariamente il mancato rimborso di un prestito erogato da altre banche e/o finanziarie.

Comunque, proprio per superare queste difficoltà, si era individuata come soluzione certamente fattibile, per un soggetto che ha già subito qualche "disguido",  l'utilizzo di una carta ricaricabile con IBAN. Si possono ricevere bonifici e si può prelevare cash.

Lei poi si chiede: mi possono pignorare anche la carta di credito prepagata con IBAN? Certamente, anche se sembra inverosimile che un creditore sia perennemente a caccia di conti correnti e carte con IBAN del proprio debitore e sostenga le spese di pignoramento per incassare al massimo il residuo mensile di uno stipendio. A questo punto gli converrebbe procedere con un pignoramento dello stipendio presso il datore di lavoro.

Se il problema consiste nel fatto che gli introiti del conto sono ingenti e le spese pochissime, per cui in breve tempo si forma liquidità interessante, allora non resta che darsi da fare per aprire un conto corrente all'estero o trasferire di volta in volta i risparmi su un conto corrente intestato ad un soggetto di fiducia. Altre soluzioni non ne conosco.

19 ottobre 2012 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca