Esempio di piano di ammortamento del mutuo alla francese con tasso variabile

Un esempio può agevolare la comprensione del funzionamento di quest'ultimo caso. Abbiamo ipotizzato un mutuo ventennale di 100.000,00 Euro di capitale, al tasso d'ingresso del 6,00%.

Avremo allora per il primo mese, ipotizzando un piano di ammortamento a tasso fisso del 6%, una quota interessi di 500 euro ed una quota capitale di 216 per una rata di 716 euro.

Il capitale residuo alla seconda rata sarà allora di 99,784 euro.

Il tasso a regime sarà dato dal tasso variabile (Euribor) di 3,75% e da uno spread dell'1,25%, quindi, risulterà del 5,00%.

La riduzione del tasso (dal 6% al 5%) determinerà una diminuzione della rata così misurabile:

capitale residuo alla seconda rata x 5,00% x 1/12 = quota interessi mensile

Cioè

99.784 x 5,00% x 1/12 = 415,76 euro

che rappresenterà la nuova quota interessi.

Questa, sommata alla quota capitale del periodo di competenza, determinerà l'importo della nuova rata a regime:

216 + 415,76 = 631,76 Euro.

Per porre una domanda sul piano di ammortamento del mutuo alla francese con tasso variabile, sul contratto di mutuo in generale, sulle tipologie di mutuo, sulle normative vigenti in tema di mutuo ipotecario, clicca qui.

1 agosto 2013 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca