Scopriamo il fondo di solidarietà per la sospensione delle rate del mutuo

Parliamo del fondo di solidarietà: le famiglie che vi accedono hanno la possibilità di sospendere il pagamento della rata del mutuo fino ad un massimo di 18 mesi. Scopriamo come.

Recessione economica e crisi di liquidità non accennano ad arrestarsi, con la conseguenza che il budget a disposizione delle famiglie si assottiglia sempre di più.

A pesare come un macigno in particolare le rate del mutuo, con numerosi nuclei familiari sempre più in difficoltà nel far fronte ai pagamenti mensilmente richiesti.

Il Governo ha così varato nei mesi scorsi l'apertura di un Fondo di Solidarietà accedendo al quale è possibile richiedere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo fino ad un massimo di 18 mesi, e già 22 mila famiglie hanno aderito all'iniziativa.

Questo provvedimento è stato pensato, infatti, soprattutto per chi ha aperto un mutuo per la prima casa.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su scopriamo il fondo di solidarietà per la sospensione delle rate del mutuo. Clicca qui.

Stai leggendo Scopriamo il fondo di solidarietà per la sospensione delle rate del mutuo Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 23 settembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 2 agosto 2017 Classificato nella categoria Piano casa » mutui agevolati alle giovani coppie e ai lavoratori atipici - sostegno affitti e morosità incolpevole - sospensione rate mutuo Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca