ma se ho probemi con equitalia non posso accedere al credito?

ma se ho probemi con equitalia non posso fare piu finanziamenti?

risponde antonio iuri donati

Fintanto che Equitalia non Le avrà fatto degli atti, la Sua posizione debitoria verso l’erario rimarrà sconosciuta a banche e finanziarie. Non esiste difatti una banca dati accessibile agli enti erogatori dove siano censiti i ritardi di pagamento verso l’erario.

Diverso, come dicevo, è il discorso se Equitalia avrà già spiccato degli atti giudiziari, che sono conoscibili dalle banche quali eventi pregiudizievoli per l’erogazione del credito.

Per fare una domanda  sulla CRIF (Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria), sugli altri Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC), sui cattivi pagatori, sui tempi massimi di permanenza nelle centrali rischio delle informazioni relative ai cattivi pagatori e su tutti gli altri argomenti correlati, clicca qui.

9 Maggio 2010 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

CRIF EURISC – Centrale Rischi Intermediazione Finanziaria
Fra i SIC privati assume una importanza rilevante la crif (Centrale Rischi Intermediazione Finanziaria), nota anche come EURISC. CRIF La crif gestisce un archivio dati privato (EURISC appunto)  a cui aderiscono le principali banche italiane. La crif è specializzata nella realizzazione e gestione di sistemi di referenziazione del credito, anche noti semplicemente come elenchi dei cattivi pagatori. La banca quando riceve richieste per la concessione di un finanziamento o, di apertura di un conto corrente, prima di deliberarne l'affidamento o l'apertura effettua numerosi controlli. L'istituto di credito, infatti, valuta le informazioni fornite dal richiedente nella documentazione e procede ad integrarle con altre desunte da ...

CTC Consorzio per la Tutela del Credito
Una serie di domande e risposte utili al lettore per capire cosa è il CTC - Consorzio per la Tutela del Credito. L'articolo fornisce informazioni chiare e concise per capire come interagire con il CTC allo scopo di ottenere la cancellazione dei propri dati di cattivo pagatore. Vengono anche forniti elementi utili, circa i tempi di permanenza dei dati, per evitare il rigetto dell'istanza di cancellazione. Infine viene reso noto al lettore un elenco di Associazioni di Consumatori che potranno aiutarlo ad esercitare i diritti comunque riconosciuti ai cattivi pagatori. I SIC, le ex “centrali rischi”, sono banche dati che ...

Cattivi pagatori e schedatura nei SIC – Informazioni da Tribunali e Uffici di Pubblicità Immobiliare
Si tratta di informazioni pubbliche, ossia messe a disposizione di tutti i soggetti interessati dalle fonti stesse da cui provengono (Tribunali e Uffici di Pubblicità Immobiliare - le ex Conservatorie), che riguardano il valore patrimoniale degli immobili posseduti da persone fisiche e giuridiche e permettono di valutare eventuali situazioni di insolvenza. Elenchiamo di seguito alcuni esempi di informazioni di questo tipo: Domanda Giudiziale, Ipoteca Giudiziale, Ipoteca Legale, Pignoramento Immobiliare, Sentenza di Fallimento, Sequestro. ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ma se ho probemi con equitalia non posso accedere al credito?. Clicca qui.

Stai leggendo ma se ho probemi con equitalia non posso accedere al credito? Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 9 Maggio 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria domande e risposte su prestito negato e cattivi pagatori

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • Mattia Lettieri 16 Maggio 2020 at 09:41

    Sono in procinto di chiedere un mutuo per prima casa, però nel frattempo io è i mie fratelli siamo proprietari di una casa con il fondo patrimoniale, dove mio padre era il proprietario de 50%.Mio padre e mancato, e aveva delle tasse arretrate, Equitalia ha ipotecato la casa. Noi con la pace fiscale ci siamo messi d’accordo e stiamo pagando regolarmente le rate.

    Invece io avevo un’attività. E devo 25 mila euro a Equitalia, non ci sono atti giudiziari ancora nei miei confronti, tutto questo potrebbe compromette la mia richiesta di mutuo?

    • Simone di Saintjust 16 Maggio 2020 at 10:13

      Eventuali pendenze fiscali non influenzano il merito creditizio del richiedente il mutuo. La banca chiamata ad erogare il mutuo non accede alle informazioni dell’Agenzia delle Entrate, ma ai Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC):

      Pertanto, è necessario essere in regola con il rimborso di prestiti passati e correnti.

  • Anonimo 17 Febbraio 2020 at 09:47

    Mio padre aveva una azienda che è da poco stata dichiarata fallita dal tribunale, adesso la casa anche a causa di altri debiti precedenti è pignorata e il tribunale tra poco la inserita nel portale per la prima asta. C’è possibilità che torni a noi se non la acquisterà nessuno? L’unica possibilità per me è un domani fare la rinuncia all eredità in modo da non aver problemi futuri con i “suoi” problemi attuali? Non abbiamo altre proprietà.

    • Rosaria Proietti 17 Febbraio 2020 at 10:47

      E’ molto poco probabile che la casa non venga venduta all’asta: si tratta di un evento che può verificarsi solo quando il prezzo offerto risulta molto inferiore al valore commerciale dell’immobile per cui il giudice – tenendo conto degli interessi del creditore (che mira a realizzare quanto più utile possibile) e del debitore (che mira invece a non perdere la casa per un controvalore irrisorio senza peraltro liberarsi completamente dal debito) – dispone la chiusura anticipata della vendita. Tuttavia, si tratta, comunque, di una valutazione presa in piena discrezionalità dal giudice e difficile, molto difficile, a verificarsi.

      Con la rinuncia all’eredità potrà chiudere, definitivamente, ogni rapporto con le posizioni debitorie residue di suo padre.