impugnare tributo iniquo oltre i termini previsti

L'Agenzia delle Entrate notificava un accertamento con cui, sulla base degli studi di settore, rettificava il reddito d'impresa di una SNC.

Tale accertamento, veniva altresì notificato in capo a ciascun socio.

Avverso l'accertamento societario , dapprima sospeso, è stato proposto ricorso innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale successivamente dinanzi alla Commissione Tributaria Regione che lo accoglieva in toto. Il tributo è stato dunque sgravato ed annullato.

Avverso l'accertamento personale, tutti i soci opponevano ricorso per tempo e, naturalmente, sono stati sgravati ad eccezione di uno per il quale il tributo non é stato contestato nei tempi previsti e pertanto, iscritto a ruolo, é diventato titolo esecutivo.

Non è in alcun modo fattibile un' impugnazione postuma di una siffatta cartella di pagamento che si riferisce ad un tributo giudicato infondato ?

E' più forte la prescrizione dei termini di opposizione rispetto alla giustizia del tributo?

Ha piena ragione sia dal punto di vista personale che giuridico. Infatti nelle società di persone la rettifica del reddito dopo accertamento porta la ovvia conseguenza della diretta attribuzione in capo ai soci dei valori, tanto vero che di solito in casi simili è più che sufficiente fare un unico ricorso che se vinto sgrava anche i soci. Difatti non essendoci più reddito aziendale come sancito dai giudici il socio non è tenuto a pagare assolutamente nulla. Ora, nel caso in esame è da chiedere quando è arrivata la cartella? In pendenza di ricorso o dopo? Se parliamo in pendenza non vi è problema in quanto la stessa è quella provvisoria, viceversa se successiva o magari ancora iscritta a ruolo la provvisoria è bene che il socio provveda a comunicare formalmente gli esiti del processo tributario di 1° e 2° grado al concessionario il quale dopo aver avvisato l'ente ed essendosi accertato di quanto de

13 febbraio 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Legittima la notifica della cartella esattoriale ad erede se atto richiama iscrizione a ruolo a carico del de cuius
In tema di accertamento la circostanza che la cartella di pagamento sia stata notificata all'erede dell'originario contribuente, non ne fa venir meno la legittimità, quando emessa in conformità dell'articolo 25 d.p. r. numero 602 del 1913, come sostituito dall'articolo 11 d. lgs . numero 46 del 1999, poiché, secondo costante ...
Sospensione amministrativa della riscossione dei tributi in seguito a ricorso
Il ricorso tributario non sospende la riscossione; tuttavia, l'ufficio delle entrate ha facoltà di disporla in tutto o in parte fino alla data di pubblicazione della sentenza della commissione tributaria provinciale, con provvedimento motivato notificato al concessionario della riscossione e al contribuente. Il provvedimento può essere revocato ove sopravvenga fondato ...
Società di persone - obblighi tributari per i soci illimitatamente responsabili e per il socio accomodante di una sas
Obblighi tributari per i soci illimitatamente responsabili di una società di persone Nella società di persone tutti i soci solidalmente e illimitatamente responsabili rispondono per le obbligazioni sociali di ogni specie, tra cui anche per le obbligazioni legali e quelle tributarie. Il regime della responsabilità illimitata dei soci di una ...
Soci illimitatamente responsabili - obbligati in solido per i debiti tributari
In materia tributaria, si pone la questione se l'obbligo di corrispondere i tributi dovuti dalla società, si estende automaticamente ai soci illimitatamente e solidalmente responsabili e se quindi l'Agente della riscossione possa procedere all'esecuzione coattiva nei confronti dei soci. Il problema riguarda essenzialmente le società di persone, specie in rapporto ...
La guida al ricorso tributario
Se il contribuente ritiene illegittimo o infondato un atto emesso nei suoi confronti (per esempio, un avviso di liquidazione o di accertamento, una cartella esattoriale), può rivolgersi alla Commissione tributaria provinciale per chiederne l'annullamento totale o parziale. Nel valutare l'opportunità di instaurare un contenzioso tributario, occorre comunque ponderare sia tempi ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su impugnare tributo iniquo oltre i termini previsti. Clicca qui.

Stai leggendo impugnare tributo iniquo oltre i termini previsti Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 13 febbraio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 10 giugno 2017 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca