Imposta di registro - notifica avviso di accertamento al notaio


Per legge, il notaio che ha redatto l’atto ed ha richiesto la registrazione è obbligato (quale responsabile di imposta) in solido con la società (obbligato principale) al pagamento dell’imposta.

Ne deriva che legittimamente l’Agenzia delle entrate può notificare l’avviso di liquidazione al notaio dal momento che la normativa vigente prevede, in caso di obbligazione solidale, che ciascuno puo’ essere costretto all’adempimento per la totalità e l’adempimento da parte di uno libera gli altri.

Il creditore, nella specie all’amministrazione finanziaria, ha, dunque, la facoltà di scegliere l’obbligato al quale rivolgersi, senza alcun dovere di notificare l’avviso anche alla società.

Così si legge nella sentenza numero 9952/15 della Corte di cassazione.

3 Giugno 2015 · Giorgio Valli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su imposta di registro - notifica avviso di accertamento al notaio. Clicca qui.

Stai leggendo Imposta di registro - notifica avviso di accertamento al notaio Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 3 Giugno 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 2 Agosto 2017 Classificato nella categoria avviso di accertamento fiscale - avviso di accertamento bonario (comunicazione di irregolarità) e comunicazioni per la tax compliance Inserito nella sezione debiti ed imprese

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)