Illegittima la notifica della cartella esattoriale mediante affissione al portone del condominio

Per quanto ci sarebbe da approfondire anche l’aspetto riguardante la violazione del diritto di riservatezza e delle primarie esigenze di privacy del destinatario, dal punto di vista strettamente tributario rileva la circostanza che la notifica delle cartelle esattoriali affisse al portone del condominio non è da ritenersi valida.

Questo l’orientamento assunto dalla Commissione tributaria regionale di Bari con una sentenza depositata il 22 aprile. Nello specifico, i giudici hanno annullato in appello l’efficacia di una cartella Equitalia di quasi 315 mila euro notificata con affissione al portone del condominio in cui risiedeva la destinataria, anziché alla porta della sua abitazione.

La contribuente aveva proposto ricorso tributario contro il silenzio rifiuto riguardante una propria istanza di autotutela nella quale lamentava la mancata notifica dell’avviso di accertamento. Invocando l’articolo 140 del Codice di procedura civile, che riguarda proprio le modalità di notifica degli atti, l’avvocato della donna è riuscito a dimostrare che l’avviso, in busta sigillata, era stato affisso sul portone esterno dell’edificio e non sulla porta dell’abitazione della donna.

Nel ricorso è stata contestata anche la successiva cartella esattoriale notificata dall’agente della riscossione in seguito al mancato ritiro della precedente.

In prima istanza la Commissione tributaria di Lecce aveva dato ragione alla donna, ma la direzione provinciale dell’Agenzia delle entrate si era opposta alla decisione, proponendo appello.

I giudici di secondo grado hanno rigettato il ricorso, dando nuovamente ragione alla contribuente e ritenendo la pretesa fiscale illegittima poiché dalla documentazione in atti non risultano correttamente esperite le formalità di notifica degli avvisi di accertamento.

Infatti, una precedente pronuncia della Corte di Cassazione (numero 4812/98) stabilisce che l’affissione dell’avviso di deposito sarebbe dovuto avvenire sulla porta dell’abitazione e non sul portone d’ingresso condominiale. E che il venir meno anche di un solo adempimento fra quelli indicati dall’’articolo 140 codice di procedura civile conduce alla conseguenza della nullità della notifica.

Staremo a vedere se i giudici di piazza Cavour confermeranno la citata sentenza nel ricorso già presentato da Equitalia e dall’Agenzia delle entrate, oppure se censureranno le decisioni della Commissione tributaria provinciale di Lecce e di quella regionale barese.

28 Aprile 2013 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Notifica postale diretta della cartella esattoriale - è valida?
La questione è stata molto controversa e le sentenze sul punto discordanti, almeno fino al 19 settembre 2012, data in cui è stata pubblicata la pronuncia numero 15746 a cura della sezione tributaria della Corte di cassazione. Il problema nasce in quanto l'articolo 26, primo periodo, del DPR numero 602/73 prevede che: "La cartella è notificata dagli ufficiali della riscossione o da altri soggetti abilitati dal concessionario nelle forme previste dalla legge ovvero, previa eventuale convenzione tra comune e concessionario, dai messi comunali o dagli agenti della polizia municipale". Il secondo periodo dello stesso articolo 26 aggiunge che: "la notifica ...

Notifica della cartella esattoriale e relata in bianco
Chi ha avuto modo di vedersi effettuata la notifica di una cartella esattoriale, ha potuto verificare di persona come nella cartella esista, solitamente nella prima pagina, un apposito spazio da compilare, nel quale l'agente notificatore dovrebbe riportare il dettaglio delle operazioni di notifica (data, ora, persona cui il plico viene consegnato, ecc,). Tale spazio viene lasciato in bianco quando Equitalia procede con la notifica postale diretta. Alcune sentenze hanno stabilito che la relata in bianco e la mancanza di sottoscrizione del notificatore determinano la nullità della cartella per difetto insanabile di notifica. E' , ad esempio, il principio espresso dalla Commissione ...

Notifica della cartella esattoriale omessa – Ad Equitalia l'onere di fornire prova del contenuto dell'atto e della relata
Se il contribuente contesta in giudizio l'omessa notifica della cartella esattoriale, l'Agente della riscossione ha l'onere di provare l'avvenuta notifica, producendo la relata di notifica e la copia della cartella stessa. Qualora il contribuente deduca l'omessa o invalida notifica della cartella esattoriale, è pacifico che l'agente della riscossione abbia l'onere di provare l'avvenuta notifica. Tale onere è stato ribadito dalla Cassazione con la sentenza del 11 settembre 2010, numero 19415. Nel caso esaminato dalla Corte, il ricorrente aveva proposto opposizione avverso la cartella esattoriale per mancata notifica del verbale di accertamento presupposto. A fronte della contumacia dell'Ufficio, mancava in atti ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su illegittima la notifica della cartella esattoriale mediante affissione al portone del condominio. Clicca qui.

Stai leggendo Illegittima la notifica della cartella esattoriale mediante affissione al portone del condominio Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 28 Aprile 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Luglio 2017 Classificato nella categoria notifica della cartella esattoriale e degli atti impositivi in generale Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)