Polizza assicurativa per animali domestici - E' possibile?

Ho un cane di una razza molto grande e poco socievole con i suoi simili: volevo sapere se esiste una polizza assicurativa che copra da eventuali danni (ad esempio morsi ad altri cani).

La copertura, però, riguarderebbe anche tutele dal punto di vista del mio cane.

Ad esempio spese sanitarie per eventuali aggressioni ricevute.

Insomma, esistono questo tipo di coperture?

In realtà le polizze assicurative per i Pets, o meglio animali domestici, esistono da svariato tempo: sono sottoscrivibili sia per danni ricevuti che danni a terzi, con molte sfaccettature.

Infatti, può tornare utile stipulare un'assicurazione per animali domestici sia per i danni che il nostro animale potrebbe causare ad altre persone o cose (ad esempio a seguito di un morso), sia per proteggere il nostro amico fedele da incidenti (ad esempio se viene investito da un auto) o da infortuni (come il morso di una vipera).

Si può stipulare una polizza generica per danni che copre solo i danni causati a terzi ma non le eventuali spese veterinarie che quindi gravano sul proprietario oppure si può stipulare una polizza specifica per gli animali domestici che copre sia i danni verso terzi sia le spese veterinarie del nostro animale.

Molte compagnie assicurative danno la possibilità di stipulare una polizza anche online , ad esempio MiFido è la polizza assicurativa che Yolo e Sara Assicurazioni hanno pensato per i nostri animali domestici.

Il premio deve essere pagato ogni mese ma il contratto può essere interrotto quando si vuole e senza pagare penali.

È previsto il rimborso delle spese sostenute per curare l'animale a seguito di un'eventuale malattia, infortunio o interventi chirurgici e addirittura anche le spese funerarie, se previsto dal contratto.

Inoltre, bisogna controllare che non esistano esclusioni per i cani già segnalati alla ASL come cani morsicatori.

Basta che un cane, anche solo per giocare, faccia un graffio al polpaccio di qualcuno e la persona si rechi al Pronto Soccorso ed ecco che il vostro cane è segnalato come cane morsicatore.

Per questi cani l'assicurazione diventa obbligatoria e rientra sempre nella polizza del capo famiglia.

A questo punto è quindi necessario trovare un'assicurazione che copra anche i danni di un cane segnalato alla Asl, e che nello specifico non accenni a questa evenienza.

Meno cose sono specificate meglio è.

Nonostante poi la dicitura cani pericolosi sia scomparsa, per le assicurazioni la dicitura è sempre valida, anche perché, per legge, questi cani devono avere l'assicurazione obbligatoria.

L'assicurazione di questi cani non rientra nella polizza del capo famiglia, ma è un'assicurazione a sé, ha un costo piuttosto elevato (circa 160 euro a cane) e non tutte le assicurazioni la contemplano.

Ricapitolando, i cani vengono assicurati volontariamente con la polizza del capo famiglia a meno che non siano cani che rientrano in determinate razze (ex pericolose).

Il cane segnalato alla Asl deve essere assicurato obbligatoriamente nella polizza del capo famiglia, ma bisogna assicurarsi che la polizza non citi questo tipo di evenienza

I cani appartenenti alle razze ex pericolose devono essere assicurati obbligatoriamente con una polizza apposita per ogni cane.

9 ottobre 2018 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - polizze assicurative in genere

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Rc auto » Polizza assicurativa scaduta: I 15 giorni di tolleranza
Una volta scaduta la propria polizza rc auto, l'autovettura è ancora sotto copertura assicurativa per altri 15 giorni, ma ci sono delle eccezioni: vediamole nel prosieguo dell'articolo. Partiamo con un pò di principi normativi. L'articolo 193 dell Codice della strada stabilisce chiaramente che i veicoli a motore non possono essere ...
Assenza di copertura assicurativa? » Tempi duri per gli automobilisti
Tempi difficili per i migliaia di automobilisti che guidano, in Italia, sprovvisti di copertura assicurativa. A partire dal 15 febbraio 2014, è stato, ufficialmente, istituito l'archivio della Motorizzazione con gli estremi di tutte le polizze Rc auto. Tutte le targhe delle automobili che non sono presenti in questa banca dati ...
Polizza assicurativa collegata al prestito - In caso di premorienza del debitore l'indennizzo deve essere utilizzato esclusivamente per estinguere il finanziamento residuo
L'indennizzo derivante da una polizza assicurativa a copertura del rischio morte, stipulata in relazione a uno specifico finanziamento, non può essere utilizzato dalla banca per ridurre le restanti posizioni debitorie del de cuius, ma deve essere esclusivamente utilizzato per estinguere il finanziamento che era assistito dalla relativa polizza, sottoscritta dal ...
Polizza assicurativa associata al mutuo garantito da ipoteca - Deve essere rapportata al costo di ricostruzione e non al valore commerciale dell'immobile
Com'è noto, contestualmente alla stipula del contratto di mutuo garantito da ipoteca, al mutuatario viene fatta sottoscrivere un'assicurazione, di cui la banca risulta beneficiaria, a copertura del rischio legato a taluni eventi che impediscano la restituzione o il recupero delle somme erogate. L'importo necessario per la copertura assicurativa, tuttavia, deve ...
Va in pensione il contrassegno assicurativo cartaceo della polizza per la copertura della responsabilità civile dei veicoli
Dal 18 ottobre 2015 non si dovrà più esporre il contrassegno assicurativo sul parabrezza dell'auto perché il controllo della copertura verrà effettuato attraverso la verifica della targa, nel corso dei posti di blocco attuati dalle Forze dell'Ordine o utilizzando i dispositivi di controllo a distanza come i tutor, gli autovelox ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca