Prescrizione del diritto al rimborso sulla base di una nota di credito emessa per spese di gestione non dovute

Fino al 31/12/2011 ho pagato il canone con relative spese di gestione ad un centro commerciale: dal 1/1/2012 ho cessato completamente il contratto, nel luglio 2012 è arrivata una nota di credito relativa a spese di gestione del 2012 che io avevo pagato erroneamente nel 2011. Questa nota di credito è andata persa ed è rispuntata solo oggi: la domanda è posso far valere dopo tutti questi anni la nota di credito?

La Corte di cassazione, con ordinanza 3947/2015 ha stabilito che la data di decorrenza della prescrizione biennale del diritto al rimborso degli oneri accessori, posti (per legge o per contratto) a carico dei conduttori, deve essere individuata in relazione a quella di chiusura della gestione annuale dei servizi accessori.

Pertanto non può più far valere la nota di credito ritrovata oggi.

21 Maggio 2019 · Lilla De Angelis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Debito con la banca: ho qualche chance che il diritto al rimborso del creditore cada in prescrizione?
Avevo chiesto nel 2008 un prestito personale con BNL che dovevo saldare in 10 anni (scadenza 2018) ma ho pagato le rate solo per tre anni: nel 2010 sono espatriato in Brasile e ci ho vissuto fino a pochi mesi fa; nel 2020 sono rientrato in italia e ho scoperto che il mio debito con BNL è stato passato a Sistemia spa società romana di recupero crediti . Ho scoperto poi che sono segnalato come cattivo pagatore nella lista di Crif. La domanda: può essere che dopo un certo periodo di tempo il mio debito venga prescritto e quindi posso ...

Debiti del defunto e pesi ereditari pagati da un solo erede - Quando interviene la prescrizione del diritto di richiedere il rimborso della quota spettante ai coeredi?
Mio padre è deceduto in maggio 2013: siamo in TRE eredi e da quel momento (maggio 2013) ho sostenuto e anticipato tutte le spese dividendo il pagamento tra me e un erede (50% + 50%), in quanto il TERZO erede, a tutt’oggi dopo 5 anni, non si è più fatto vedere e non vuole pagare nessun debito. Qui di seguito le spese sostenute: - Spese x dichiarazione redditi e relative tasse in sospeso (F24), - Spese x il notaio - Spese x bollette - Spese bancarie - Spese raccomandate x disdette contratti bollette e altro - Spese condominiali x l'appartamento ...

All'avvocato non basta l'invio di una nota spese al cliente per interrompere il decorso della prescrizione presuntiva
Com'è noto, se sono trascorsi tre anni dalla data in cui il professionista può dimostrare di aver erogato al cliente una certa prestazione, interviene la prescrizione presuntiva, il debito può considerarsi saldato ed il diritto del creditore estinto. Salvo che il professionista non produca scritti del cliente (ad esempio una e-mail in cui il cliente riconosce il debito e si dice disposto ad onorarlo nel tempo) che dimostrano la volontà di non avvalersi della prescrizione presuntiva maturata relativamente ai compensi pretesi dal professionista. Fatta questa premessa, ci chiediamo se, prima della scadenza del termine triennale, il professionista possa interrompere la ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prescrizione del diritto al rimborso sulla base di una nota di credito emessa per spese di gestione non dovute