La notifica via Posta Elettronica Certificata (PEC) è valida?


La notifica via PEC è perfettamente valida, equivalente ad una raccomandata A/R inviata a indirizzo residenza destinatario e a questi consegnata





Ho ricevuto una notifica (invito a comparire nei loro uffici) da parte della Guardia di Finanza (sono stato io a dargli la pec). Vorrei però sapere se la notifica via PEC è valida valida: ho letto varie cose da qualche parte in merito.

Chiedo anche;
in basso c’é scritto;
SI avverte che qualora non ottemperasse al presente invito sarà perseguito ai sensi della legislazione vigente.

Cosa prevede la “legislazione vigente” se non mi presento?

Non sappiamo cosa abbia letto e nemmeno ci interessa saperlo: per quel che ci riguarda la notifica via Posta Elettronica Certificata è perfettamente valida, in quanto equivalente ad una raccomandata A/R inviata all’indirizzo di residenza del destinatario e a questi consegnata; comunque, nella fattispecie, a maggior ragione se l’indirizzo PEC è stato fornito proprio dal soggetto convocato dalla stessa Guardia di Finanza.

E’ punita con una sanzione amministrativa da 250 a duemila euro, l’inottemperanza all’invito a comparire e a qualsiasi altra richiesta fatta dalla Guardia di Finanza.

15 Marzo 2022 · Paolo Rastelli


Se il post ti è sembrato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!




Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse » La notifica via Posta Elettronica Certificata (PEC) è valida?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.