Rischio di revoca del beneficio se il percettore di Reddito di Cittadinanza (RdC) che già possiede un motoveicolo decide di acquistare un’automobile usata di 1100 cc?


Nessun rischio di revoca se il percettore di Reddito di Cittadinanza, che già possiede una moto, decide di acquistare un'automobile usata di 1.100 cc


Un percettore di reddito di cittadinanza che è già in possesso di un motociclo con cilindrata 150 a lui intestato da circa 3 anni, vuole intestarsi un’automobile usata con cilindrata cc1000.
La domanda è la seguente: un percettore di Reddito di Cittadinanza (RdC) può avere intestati un motociclo e un’automobile quindi 2 mezzi di trasporto?

L’articolo 2 (beneficiari), comma 4, lettera c, numero 1) del decreto legge 4/2019 (disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni), stabilisce che nessun componente il nucleo familiare deve essere intestatario a qualunque titolo o avente piena disponibilità di autoveicoli immatricolati la prima volta nei sei mesi antecedenti la richiesta, ovvero di autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei due anni antecedenti.

Quindi, se il percettore di Reddito di Cittadinanza (Rdc) già possiede un motoveicolo e acquista una automobile usata di 1.100 cc, non corre alcun rischio di revoca del beneficio

28 Novembre 2022 · Giuseppe Pennuto