Sospensione dell’assegno sociale alla beneficiaria albanese in seguito a soggiorno all’estero per più di 30 giorni » INPS pretende adesso la restituzione delle somme non dovute percepite indebitamente da mia madre – Ne risponde mia sorella del cui nucleo familiare fa parte mia madre?

A nome di mia madre è arrivata una diffida per somme indebitamente percepite di 1112 € come assegno sociale: si riferisce al periodo dicembre 2014-gennaio 2015. Mia mamma è in possesso di carta di soggiorno: in quei tempi i miei genitori vivevano con me, ma nel 2015 abbiamo fermato l’assegno sociale per mia madre e ci siamo trasferiti all’estero per curare nostro figlio disabile al 100%, i miei genitori sono andati a vivere con mia sorella a Torino. Mia madre non ha più richiesto di avere l’assegno sociale. INPS motiva la richiesta come periodo di permanenza all’estero, non so se la mamma è stata messa al corrente di questa cosa, ma sicuro è che non è stato fatto nulla in malafede.

Attualmente mia madre si trova nel suo paese natale (Albania) e sta ammalata, mia sorella non se la passa bene, ha un ISEE di appena sopra i 7000 euro. Per non far preoccupare nostra madre e farli avere problemi, ho contattato INPS e ho proposto a loro un pagamento ridotto, tipo saldo a stralcio, che avremmo pagato io e mia sorella, nonostante i nostri problemi economici e di salute.

Inps ha rifiutato e accetta solo un pagamento rateizzato del intera somma più spese di circa 130€. Mia sorella si preoccupa che INPS se la prende con lei, visto che la mamma è sul suo nucleo familiare.

Cosa possiamo fare, rischia davvero mia sorella di avere guai a causa della mamma? Può INPS fare questo?

L’assegno sociale viene sospeso se il titolare soggiorna all’estero per più di 30 giorni: dopo un anno dalla sospensione, la prestazione è revocata. L’assegno sociale è provvisorio e il possesso dei requisiti di reddito e di effettiva residenza sono verificati ogni anno.

Purtroppo, la legge non ammette ignoranza e l’INPS non è tenuto a comunicare all’avente diritto dell’assegno sociale la normativa in base alla quale viene sospeso o revocato il beneficio. E, come abbiamo accennato, le verifiche vengono effettuate, necessariamente, ex post, cioè dopo che si è verificata la permanenza all’estero: nel frattempo il beneficio viene erogato e sua madre avrebbe dovuto conservare le somme indebitamente erogate dall’Istituto nazionale di Previdenza sociale durante il suo soggiorno all’estero per poi restituirle dietro richiesta.

Tanto premesso, tuttavia, i figli rispondono dei debiti della madre solo dopo il decesso di quest’ultima, se accettano l’eredità. Il fatto che sua sorella faccia parte dello stesso nucleo familiare di sua madre non può determinare la responsabilità patrimoniale di sua sorella per eventuali debiti della madre.

8 Novembre 2019 · Lilla De Angelis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Quali sono le modalità di recupero delle somme erogate dall'INPS ed indebitamente percepite?
Sono pensionata di reversibilità: nel 2013 feci domanda cartacea all'INPS (ex gestione INPDAP) per gli Assegni al Nucleo Familiare (ANF), non sapevo nè se mi sarebbero toccati nè se non mi sarebbero toccati. Ho pensato al massimo rifiutano la domanda. Nel giugno 2013 mi pagano gli ANF assegni al nucleo familiare con cinque anni di arretrati. Me li pagano fino a dicembre 2015 Ora cosa succede? Succede che l'INPS lunedì mi dice che fli ANF assegni al nucleo familiare non mi spettavano. Perché? Perché la pensione di reversibilità mia non c'entra nulla con i miei figli. Ovvero mio marito ...

Arretrati pensione invalidità e accompagnamento - I creditori potranno intervenire con pignoramento delle somme dovute dall'INPS?
Dopo 7 anni in causa con inps, mia madre ottiene invalidità 100% e accompagnamento con arretrati: dato che mia madre ha debiti con agenzia delle entrate e con banche E possibile che inps detragga somme dagli arretrati che sta per liquidare a mia madre? Come funziona? ...

Maggiorazione dell'assegno sociale - Vorrei sapere se mia madre ne ha diritto
Vi scrivo per avere chiarimenti riguardo alla possibilità di ottenere l'assegno sociale per mia madre: lei ha 70 anni compiuti, reddito da assegno divorzile di 6000 euro l'anno e nessun altro reddito. Precedentemente non ha chiesto l'assegno perché non ne aveva titolo visto che il suo reddito superava la soglia prevista. Dopo i 70 anni l'assegno sociale dovrebbe ammontare a circa 8000 euro l'anno, mia madre averebbe titolo per chiedere l'assegno sociale parziale? Ovvero i 2000 euro di differenza? Fino ad ora ha ottenuto risposte contrastanti (ha chiamato l'inps e dicono di sì, al patronato dicono di no perché non ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Sospensione dell’assegno sociale alla beneficiaria albanese in seguito a soggiorno all’estero per più di 30 giorni » INPS pretende adesso la restituzione delle somme non dovute percepite indebitamente da mia madre – Ne risponde mia sorella del cui nucleo familiare fa parte mia madre?