Disdire polizza decesso e invalidità permanente collegata a finanziamento di credito al consumo


Lo scorso ottobre ho acquistato una macchina e nonostante le mie buone garanzie mi hanno praticamente costretto a sottoscrivere una polizza decesso e invalidità MetLife. Mi sono informato meglio e la copertura che offre non è in alcun modo di mio gradimento rispetto a quello che costa sembra quasi una truffa. Come posso fare a questo punto (visto che sono passati più di 30 giorni dalla sottoscrizione) per poter recedere dal contratto? Non mi interessa recuperare i premi già versati mi basta chiudere tutto.

La polizza vita e invalidità permanente è obbligatoria quando si contrae un finanziamento: copre il rischio di premorienza del debitore e il conseguente inadempimento per il debito residuo.

Il debitore, tuttavia, ha la facoltà di esercitare il diritto di recesso entro 60 giorni dalla stipula del contratto di finanziamento. Nell’ipotesi (come quella di cui si discute) in cui la polizza sia necessaria per ottenere il finanziamento o per ottenerlo alle condizioni offerte, il debitore può presentare in sostituzione una polizza autonomamente reperita e stipulata, avente i contenuti minimi richiesti dall’istituto erogatore del prestito.

Infatti, la legge 124/2017 ha introdotto l’obbligo per gli istituti di credito e gli intermediari finanziari di accettare le polizze vita e danni autonomamente reperite dal cliente sul mercato, senza variare le condizioni offerte per l’erogazione del mutuo immobiliare o del credito al consumo, purché la polizza presentata dal cliente abbia i contenuti minimi corrispondenti a quelli richiesti dalla banca/istituto di credito/intermediario finanziario.

3 Luglio 2019 · Giovanni Napoletano



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Disdire polizza decesso e invalidità permanente collegata a finanziamento di credito al consumo