Disdetta ADSL con Telecom e ultima bolletta non pagata – Cosa rischio?

Nel 2011, quindi quasi 10 anni fa, avevo l’abbonamento adsl con telecom, poi ho fatto la disdetta mesi dopo con un importo di 250 euro da pagare e che non ho pagato, ho cambiato casa e mi sono trasferito in Irlanda.

Qualche anno dopo avevo chiamato il servizio clienti spiegando la situazione e mi hanno detto che mi avrebbero fatto sapere. Vivendo all’estero non ho più il numero italiano da tanti anni ormai e non ho ricevuto alcuna comunicazione.

In cosa potrei incorrere? Questa bolletta è andata in prescrizione? L’importo della bolletta può essere aumentato di molto con tanto di interessi o l’ammontare da pagare rimane invariato? Il recupero crediti può seguirmi sino in Irlanda per un importo di 250 euro? Rischio qualcosa?

Ho paura che tra qualche anno posso venir contattato con milioni di euro per gli interessi. Se dovessi un giorno ritornare in italia e voler comprare un immobile rischio? Mi consigliate di contattare di nuovo il servizio clienti o di stare tranquillo? Sono abbastanza preoccupato.

La prescrizione del diritto di Telecom ad esigere l’adempimento dell’obbligazione rimasta sospesa è intervenuta nel 2016, dopo cinque anni dalla data di fatturazione, a meno che il creditore non abbia inviato, con raccomandata AR, al suo ultimo indirizzo di residenza in Italia (o comunque al nuovo indirizzo da lei indicato per le eventuali comunicazioni fra le parti), l’invito a regolarizzare il pagamento dell’ultima fattura.

Peraltro è stato proprio lei a sollecitare un eventuale iter procedurale del recupero crediti: le conviene stare tranquillo, perchè se il debitore chiama il creditore e gli spiega la situazione, non può aspettarsi che un tentativo, seppur blando di adempimento, indipendentemente dall’intervenuta prescrizione.

Se un dì, come le auguro, facesse ritorno in Italia e acquistasse un appartamento, il massimo rischio che correrebbe è quello di vedersi negata una connessione voce/dati da TIM (così si chiama ora Telecom). Ma, sul mercato ci sono tanti altri operatori. Per gli interessi sulla somma dovuto (peraltro modesta) quelli corrispettivi viaggiano ormai quasi sotto zero e quelli legali sono poco discosti: i 250 euro potranno forse, arrivare, ma fra qualche secolo, al migliaio …

14 Maggio 2020 · Giovanni Napoletano

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?