Rimborso credito IVA per attività cessata dopo la presentazione della dichiarazione in cui veniva scelta la compensazione


Sono un dipendente di un azienda privata e ho un credito IVA che mi è rimasto in sospeso relativo all’anno 2011 dichiarazione 2012 in quanto in quell’anno ho chiuso la mia attività artigiana. Purtroppo nella dichiarazione del 2012 ho scelto di compensare il credito invece del rimborso, e per questo motivo l’agenzia delle entrate non ha potuto liquidarmelo nonostante nei termini dei dieci anni. La mia domanda è: visto che ho scelto la compensazione posso recuperare il credito IVA, se si, in che modo?

Il termine di prescrizione del credito IVA è decennale, tuttavia decorrente dalla data in cui è stata presentata la dichiarazione: così ha stabilito la Corte di cassazione in numerose sentenze (l’ultima 17495/2020).

I contribuenti che nel corso dell’anno di presentazione della Dichiarazione IVA hanno scelto la compensazione e poi hanno cessato l’attività, possono chiedere il rimborso Iva all’Agenzia delle Entrate.

Normalmente, andrebbe utilizzato allo scopo il modello TR, seguendo le istruzioni di compilazione qui esposte.

Tuttavia, trattandosi di una fattispecie molto particolare, il suggerimento è quello di affidarsi ad un commercialista esperto.

In alternativa, è possibile acquisire utili informazioni sulla corretta procedura da seguire nel caso specifico, fissando un incontro per assistenza fiscale con un funzionario dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando le istruzioni contenute in questa pagina.

10 Aprile 2021 · Giorgio Valli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rimborso credito IVA per attività cessata dopo la presentazione della dichiarazione in cui veniva scelta la compensazione