Costituzione in mora: è valida se non inviata al domicilio del debitore?

Mia suocera ha ricevuto una lettera, via posta ordinaria, di una costituzione in mora per mio marito. Premesso che mio marito non risiede più con i suoi genitori da 8 anni, è valida tale costituzione?

Inoltre il mittente della lettera è una società di Roma di cui mio marito non ha mai sentito parlare. Cosa dobbiamo fare? Possiamo ignorarla o dobbiamo metterci in contatto con la società scrivente?

E’ come se la comunicazione non fosse mai stata ricevuta. E, dunque, ci si comporta di conseguenza.

15 Giugno 2012 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Non interrompe la prescrizione l'atto di costituzione in mora notificato con raccomandata a soggetto estraneo al debitore
Un atto di costituzione in mora del debitore, per produrre i suoi effetti e, in particolare, l'effetto interruttivo della prescrizione del credito preteso, deve essere diretto al suo legittimo destinatario, ma non è soggetto a particolari modalità di trasmissione, né alla normativa sulla notificazione degli atti giudiziari. Pertanto, nel caso in cui detta intimazione sia inoltrata con raccomandata a mezzo del servizio postale, la sua ricezione da parte del destinatario può essere provata anche sulla base della presunzione di recepimento fondata sull'arrivo della raccomandata all'indirizzo del destinatario, che dovrà, dal suo canto, provare di non averne avuta conoscenza senza sua ...

Costituzione in mora del debitore - La notifica
L'atto di costituzione in mora del debitore non è soggetto a particolari modalità di trasmissione, né alla normativa sulla notifica degli atti giudiziari. Nel caso in cui l'atto di costituzione in mora sia inoltrato con raccomandata a mezzo del servizio postale, la sua ricezione da parte del debitore può essere provata anche sulla base della presunzione di ricevimento fondata sull'arrivo della raccomandata all'indirizzo del destinatario, essendo quest'ultimo onerato di provare di non averne avuta conoscenza senza sua colpa. Questo perché la ricevuta di spedizione dall'ufficio postale costituisce, anche in mancanza dell'avviso di ricevimento, prova certa della spedizione, e da essa ...

Recupero crediti costituzione in mora fatture telecom italia
La società Maran mi ha inviato, a mezzo posta ordinaria, una comunicazione di costituzione in mora per un importo (280 euro), vantato da Telecom Italia SpA, per fatture non pagate e mi ha concesso 7 giorni di tempo per procedere al pagamento. Stamane sono stata contattata da una consulente che con tono aggressivo mi ha imposto il pagamento, ho fatto una proposta di saldo a stralcio che mi ha subito rifiutata asserendo che non prevedono tale modalità di pagamento in quanto è la società cedente che deve autorizzare tale estinzione, mi ha proposto un rientro rateale. A questo punto ho ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Costituzione in mora: è valida se non inviata al domicilio del debitore?