Bonus trasporti fino a 60 euro – Da settembre al via: come ottenerlo?


Vorrei fruire del bonus trasporti visto che sono un pendolare ed utilizzo quotidianamente i mezzi pubblici: vorrei sapere come fare per ottenere il beneficio.

Sapete indicarmi?

Da settembre parte il «bonus trasporti» fino a massimo di 60 euro, che si può usare per l’acquisto di abbonamenti annuale o mensili a partire da dopo l’estate. L’incentivo è stato introdotto con il decreto legge n. 50 del 17 maggio 2022, il cosiddetto decreto Aiuti, ed è stato istituito dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con i ministeri dell’Economia e delle Finanze e delle Infrastrutture. «Si tratta di un sostegno concreto per studenti, lavoratori, pensionati, per tutti quei cittadini che utilizzano il trasporto pubblico, su gomma e su ferro, che proveremo a rendere strutturale anche per il prossimo anno», dichiara il ministro del Lavoro, Andrea Orlando. «Questa misura, pensata per sostenere le persone economicamente più fragili in un momento difficile come quello attuale è un’occasione per incentivare l’uso del trasporto pubblico locale ed è un esempio di provvedimento che, come auspichiamo, produrrà ricadute positive anche dal punto di vista della sostenibilità sociale e ambientale», aggiunge il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, Enrico Giovannini.

Da settembre parte il «bonus trasporti» fino a massimo di 60 euro, che si può usare per l’acquisto di abbonamenti annuale o mensili a partire da dopo l’estate. L’incentivo è stato introdotto con il decreto legge n. 50 del 17 maggio 2022, il cosiddetto decreto Aiuti, ed è stato istituito dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con i ministeri dell’Economia e delle Finanze e delle Infrastrutture.

«Si tratta di un sostegno concreto per studenti, lavoratori, pensionati, per tutti quei cittadini che utilizzano il trasporto pubblico, su gomma e su ferro, che proveremo a rendere strutturale anche per il prossimo anno», dichiara il ministro del Lavoro, Andrea Orlando.

«Questa misura, pensata per sostenere le persone economicamente più fragili in un momento difficile come quello attuale è un’occasione per incentivare l’uso del trasporto pubblico locale ed è un esempio di provvedimento che, come auspichiamo, produrrà ricadute positive anche dal punto di vista della sostenibilità sociale e ambientale», aggiunge il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, Enrico Giovannini.

Da settembre parte il «bonus trasporti» fino a massimo di 60 euro, che si può usare per l’acquisto di abbonamenti annuale o mensili a partire da dopo l’estate. L’incentivo è stato introdotto con il decreto legge n. 50 del 17 maggio 2022, il cosiddetto decreto Aiuti, ed è stato istituito dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con i ministeri dell’Economia e delle Finanze e delle Infrastrutture. «Si tratta di un sostegno concreto per studenti, lavoratori, pensionati, per tutti quei cittadini che utilizzano il trasporto pubblico, su gomma e su ferro, che proveremo a rendere strutturale anche per il prossimo anno», dichiara il ministro del Lavoro, Andrea Orlando.

«Questa misura, pensata per sostenere le persone economicamente più fragili in un momento difficile come quello attuale è un’occasione per incentivare l’uso del trasporto pubblico locale ed è un esempio di provvedimento che, come auspichiamo, produrrà ricadute positive anche dal punto di vista della sostenibilità sociale e ambientale», aggiunge il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, Enrico Giovannini.

Il bonus trasporti spetta alle persone fisiche che nell’anno 2021 hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35mila euro. «Credo che se il meccanismo funzionerà, e credo di sì, ci saranno le condizioni per avere un’evoluzione strutturale di questa misura. Nel dl Aiuti era previsto il fondo necessario, abbiamo attivato procedure e meccanismi per spendere queste risorse.

La misura ha una doppia valenza: il sostegno al reddito, in particolar modo dei lavoratori, studenti e chi è in difficoltà a causa dell’inflazione e come incentivo all’utilizzo del trasporto pubblico, che è un obiettivo che corrisponde all’affermazione di un principio di sostenibilità», ha sottolineato Orlando.

Per ottenere il bonus trasporti è possibile fare domanda sul portale http://www.bonustrasporti.lavoro.gov.it del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, tramite Spid o Cie, fornendo le necessarie dichiarazioni sostitutive di autocertificazione e indicando l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista, nonché il gestore del servizio di trasporto pubblico.

Il portale, spiega il ministero, sarà disponibile nelle prossime settimane e prima della messa online verrà data apposita comunicazione.

Il bonus trasporti può coprire fino al 100% della spesa da sostenere ed è riconosciuto, in ogni caso, nel limite massimo di 60 euro per ciascun beneficiario per l’acquisto eseguito entro il 31 dicembre 2022 di un abbonamento, annuale, mensile o relativo a più mensilità per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale o per i servizi di trasporto ferroviario nazionale. Restano esclusi i servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

Il buono è spendibile presso un solo gestore dei servizi di trasporto pubblico e deve essere utilizzato entro il mese di emissione presentandolo alle biglietterie del gestore del servizio selezionato, il quale a sua volta accede al portale verificandone la validità.

29 Luglio 2022 · Andrea Ricciardi



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Bonus trasporti fino a 60 euro – Da settembre al via: come ottenerlo?