Bonus 150 euro una tantum (Novembre 2022) – Chi deve fare domanda e chi no?


Come per la precedente indennità contro il caro prezzi, il bonus 150 euro è destinato ad un'ampia platea di beneficiari





In merito al bonus una tantum di 150 euro, previsto per Novembre 2022, vorrei sapere quali sono le categorie che ne hanno diritto in automatico e chi, invece, deve presentare domanda per ottenerlo.

Potete essermi utili?

Come per la precedente tornata di indennità contro il caro prezzi, il bonus 150 euro previsto dal Decreto Aiuti ter è indirizzato a un’ampia e varia platea di beneficiari e beneficiarie: le modalità di erogazione cambiano da categoria a categoria, c’è chi deve presentare domanda online all’INPS, da cui si attendono istruzioni, e chi invece riceve il pagamento automaticamente o semplicemente presentando l’autodichiarazione.

L’indennità ripropone il bonus 200 euro messo in campo con il primo Decreto Aiuti in forma ridotta, sia per quanto riguarda l’importo che per quanto riguarda una platea più ristretta che rientra nella soglia reddituale di 20.000 euro.

Anche le modalità di accesso alla misura seguono perlopiù lo stesso schema: c’è chi deve presentare domanda online all’INPS, o eventualmente all’ente previdenziale di appartenenza, e chi invece riceve il pagamento automaticamente.

Un’apposita richiesta per ottenere l’indennità deve essere presentata dalle seguenti categorie:

  • titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa;
  • dottorandi/e e assegnisti/e di ricerca;
  • lavoratrici e lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti;
  • lavoratrici e lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo.

Una precisazione a parte va fatta per le partite IVA, lavoratrici e lavoratori autonomi e professionisti e professioniste, che se in possesso dei requisiti ricevono un’integrazione di 150 euro insieme al bonus 200 euro originario: questa categoria di beneficiari e beneficiarie invia entro la scadenza del 30 novembre una domanda unica alla cassa professionale di appartenenza o all’INPS, in base all’iscrizione.

Ci sono cittadini e cittadine, invece, che ricevono automaticamente il pagamento dall’INPS senza necessità di presentare alcuna domanda:

  • titolari di trattamenti pensionistici, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione;
  • lavoratrici e lavoratori domestici beneficiari del bonus 200 euro che si può richiedere entro il 30 settembre 2022;
  • coloro che percepiscono l’indennità di disoccupazione NASPI e DISCOLL e la disoccupazione agricola;
  • beneficiari e beneficiarie dei bonus Covid previsti dai Decreti Sostegni e Sostegni bis;
  • collaboratrici e collaboratori sportivi (la gestione è affidata a Sport e Salute e non all’INPS);
  • lavoratrici e lavoratori autonomi, privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali;
  • incaricati alle vendite a domicilio;
  • nuclei familiari beneficiari del reddito di cittadinanza.

A metà tra chi presenta domanda e chi invece riceve automatica il pagamento, anche questa volta, ci sono le lavoratrici e i lavoratori dipendenti che devono presentare preventivamente al datore di lavoro un’autocertificazione sul possesso dei requisiti:

  • non essere titolare di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 30 giugno 2022;
  • non essere componente di nucleo familiare beneficiario di Reddito di cittadinanza;
  • non essere destinatario/a della stessa indennità pagata da un altro datore di lavoro;
  • avere una retribuzione imponibile nella competenza del mese di novembre 2022 non eccedente l’importo di 1.538 euro.

Sul modello da utilizzare così come su tutte le istruzioni per coloro che devono presentare domanda si attende ancora un’apposita circolare INPS.

30 Settembre 2022 · Gennaro Andele


Se il post ti è sembrato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!




Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni » Bonus 150 euro una tantum (Novembre 2022) – Chi deve fare domanda e chi no?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.