Contratti di locazione » Recesso per gravi motivi: la prassi

E' possibile effettuare la disdetta, prima della scadenza, del contratto di locazione, per gravi motivi: ma cosa intende, appunto, la normativa vigente per gravi motivi?

Come accennato, la legge richiede la sussistenza di gravi motivi per giustificare il recesso dal contratto di locazione.

L'articolo 3 del decreto legislativo 431/98 dispone, infatti, che il conduttore, qualora ricorrano gravi motivi, può recedere in qualsiasi momento dal contratto, dando comunicazione al locatore con preavviso di sei mesi.

In tale fattispecie, la giurisprudenza di legittimità ha chiarito che i gravi motivi in presenza dei quali si consente il recesso del conduttore dal contratto di locazione devono collegarsi a fatti estranei alla volontà del conduttore medesimo che, imprevedibili e sopravvenuti alla costituzione del rapporto locativo, siano tali da rendere oltremodo gravosa per il conduttore la persistenza del rapporto stesso.

Nell'atto di recesso devono essere perciò indicati motivi imprevedibili, oltre che sopravvenuti rispetto alla costituzione del rapporto, oltre che obiettivi, gravi a tal punto da impedire la prosecuzione del rapporto locativo.

Tali motivi possono riguardare anche la figura del conduttore o dei suoi familiari, tuttavia pur sempre caratterizzati dall'elemento della gravità perché ostativi alla prosecuzione del rapporto.

Ad esempio, la grave malattia del conduttore che lo costringa a trasferirsi in altra località potrebbe essere considerato un grave motivo.

Al contrario, l'età e il reddito dell'inquilino non costituiscono né motivi sopravvenuti, né imprevedibili.

Nel caso in cui, invece, il conduttore evidenzi, nella lettera di recesso, la necessità di essere accudito da un parente, che intende trasferirsi in altra città, per propri motivi di salute ed economici, il recesso, sempre fermo restando il preavviso di sei mesi, può essere legittimo, visto, anche, che il diritto alla salute è costituzionalmente garantito.

1 ottobre 2014 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Recesso anticipato del conduttore dal contratto di locazione ad uso non abitativo - Sopravvenienza di gravi motivi ed eccezioni
I gravi motivi che consentono il recesso del conduttore dal contratto di locazione devono essere determinati da fatti estranei alla sua volontà, imprevedibili e sopravvenuti alla costituzione del rapporto. Tale requisiti ricorrono anche quando una nuova normativa imponga al conduttore l'osservanza di determinate regole per lo svolgimento dell'attività programmata all'interno ...
L'indennità per la perdita dell'avviamento commerciale spetta al conduttore anche se dopo la disdetta ha trasferito altrove la propria attività
L'indennità per la perdita dell'avviamento commerciale spetta al conduttore per il solo fatto che il locatore abbia assunto l'iniziativa di non proseguire la locazione e che l'intervenuta disdetta inviata dal locatore è idonea a far sorgere, ove ne ricorrano gli altri presupposti, il diritto del conduttore all'indennità di avviamento. Risulta ...
Contratti di locazione » Immobile in condizioni pietose? Locatore deve risarcire il conduttore se ha riscontrato problemi di salute
Contratti di locazione: anche se le anomalie dell'immobile in affitto erano note al conduttore, in caso di problemi alla salute di quest'ultimo, deve esserci il risarcimento danni da parte del locatore. Il locatore è tenuto a risarcire il danno alla salute subito dal conduttore in conseguenza delle condizioni abitative dell'immobile ...
Contratti di locazione » Ecco tutte le tipologie previste dalla legge
L'obiettivo di questo articolo é fornire una panoramica generale sulle caratteristiche e tipologie dei cosidetti contratti di locazione: forniremo aggiornamenti sulle durate, le eventuali agevolazioni fiscali, ecc. La normativa vigente prevede la possibilità che l'inquilino, detto anche locatario, e il padrone di casa, ovvero il locatore o conduttore, possano scegliere ...
Contratti di locazione » I suggerimenti per evitare contese con il conduttore dell'appartamento
Contratti di locazione: vi forniamo una serie di consigli per evitare inutili dispute tra conduttore e locatore. I contratti di locazione, comunemente chiamati contratti di affitto, sono molto diffusi nel nostro Paese. Ciò perché, anche se è vero che la maggioranza della popolazione dispone di una casa di proprietà, soprattutto ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contratti di locazione » recesso per gravi motivi: la prassi. Clicca qui.

Stai leggendo Contratti di locazione » Recesso per gravi motivi: la prassi Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 1 ottobre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 7 aprile 2018 Classificato nella categoria contratti di locazione - affitti in nero e sanzioni per il locatore - sfratti e diritto alla casa - morosità incolpevole Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca