Carte di credito e CAI – domande e risposte

Cosa è la Centrale d'Allarme Interbancaria (CAI)?

La CAI è l'archivio informatico costituito presso la Banca d'Italia nel quale confluiscono informazioni riguardanti irregolarità commesse dalla clientela nell'utilizzo degli assegni e delle carte di pagamento.

In quali casi di utilizzo irregolare delle carte di pagamento si viene iscritti nella CAI?

Solo nel caso in cui l'emittente la carta abbia revocato il cliente dall'utilizzo della carta stessa a causa del mancato pagamento delle spese connesse con gli acquisti e i prelievi effettuati.

Basta un solo mancato pagamento per essere revocati dall'utilizzo della carta e iscritti in CAI?

Non esiste una regola fissata dalla legge. Ciascun emittente può decidere - nel rispetto delle regole contrattuali - quando revocare la carta a causa di uno o più mancati pagamenti. Lo stesso emittente si assume pertanto l'intera responsabilità della segnalazione.

Quanto dura e che effetti ha l'iscrizione nella CAI?

L'iscrizione nella CAI per revoca dall'utilizzo di carta di pagamento dura due anni. Diversamente dagli assegni (dove il soggetto iscritto non può più utilizzare assegni per il periodo di 6 mesi), l'iscrizione relativa alle carte di pagamento ha valore soltanto informativo: ciascun emittente può quindi autonomamente decidere se rilasciare o meno una carta a un soggetto iscritto nella CAI.

Per fare una domanda sulla CAI (Centrale d'Allarme Interbancaria) sulle carte di pagamento (credito, debito, revolving, fidelity  ecc.), su altri strumenti di pagamento e su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

23 luglio 2013 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su carte di credito e cai – domande e risposte. Clicca qui.

Stai leggendo Carte di credito e CAI – domande e risposte Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 23 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria le centrali rischi della banca d'italia - cr e cai Inserito nella sezione cattivi pagatori e centrali rischi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

  • fabiot 13 marzo 2015 at 18:08

    Non è un avviso ma proprio una segnalazione. Non posso contestarlo?

    • Ludmilla Karadzic 13 marzo 2015 at 18:45

      Visto che è molto sintetico nel riportare i fatti, verifichi, leggendo questo articolo, se ravvisa i requisiti per un ricorso all’ABF (ricorso che costa quanto la raccomandata che serve per inviarlo, più poche decine di euro per i diritti di segreteria, e non necessita di assistenza legale)

  • fabiot 13 marzo 2015 at 13:51

    Sono stato segnalato da Fineco al segmento Carter a seguito di un ritardo di 20 giorni nel saldo della carta di credito. Non sono stao informato di questo, anzi mi è arrivata una raccomandata datata il giorno dopo del mio saldo, che mi informava che avrebbero potuto segnalarmi. La segnalazione è avvenuta lo stesso giorno. Cosa posso fare? Avevo chiesto un mutuo per l’acquisto della prima casa, che ovviamente mi è stato negato visto l’accaduto. Posso contestare a Fineco questa segnalazione?
    Saluti,
    Fabio

    • Ludmilla Karadzic 13 marzo 2015 at 15:15

      Purtroppo, quello che Fineco le ha notificato è proprio un preavviso di segnalazione. Credo ci sia nulla da fare.

  • robertogd90 1 novembre 2011 at 21:56

    Si può ottenere la cancellazione dalla centrale d’allarme interbancaria, segmento carter a seguito di una segnalazione da parte di fineco per uno sconfinamento, nonostante mi sia adoperato a porre rimedio in breve tempo al rientro del plafond ripristinando la provvista sul mio conto corrente.
    Avvalendosi dell’art. 8 bis legge 106 del luglio 2011 o senza?

    • Simone Saintjust 2 novembre 2011 at 08:06

      Non credo. L’articolo che lei cita si riferisca ai ritardi nel pagamento di rate di mutuo e finanziamenti.

  • romeo 31 agosto 2011 at 15:20

    LA MIA SITUAZIONE è CHE IO E MIO MARITO NON ABBIAMO POTUTO PAGARE LE CAMBIALI DI
    700 EURO FIRMATE PER UNA NOTA FINANZIARIA .IN PIU ABBIAMO FIRMATO UNO SALDO E STRALCIO PER UN’ALTRA FINANZIARIA CON RATE DI 540€,PER 4 MESI,E POI ABBIAMO CONCORDATO CON LORO UN PAGAMENTO PER IL DEBITO RESIDUO.NON ABBIAMO POSSIBILITA DI TENERE FEDE AI PAGAMENTO DI ENTRAMBI MA VORREMMO AVERE LA PROPOSTA DI SALDARE CON RATE MENO ONEROSE.MIO MARITO IN PIU HA UNA CESSIONE DE QUINTO.MI KIEDO A COSA ANDREMO INCONTRO A QUESTO PUNTO.NON ABBIAMO ALCUNA PROPRIETA

    • Simone Saintjust 31 agosto 2011 at 17:02

      Suo marito rischia il pignoramento di un quinto dello stipendio (oltre alla cessione).

  • tina 7 febbraio 2010 at 17:49

    Un mese fa, mio figlio ha trovato per strada una carta per il passaggio autostradale e l’ha usata quando non aveva spiccioli più volte. Poi all’autostrada non le è stata più ritornata indietro, ma solo il bigliettino. E’ incensurato e non ha mai fatto niente di male, non so e non sa cosa gli è passato dalla mente. Io sono una mamma preoccupata: c’è la galera per questo? Mi sento morire e pure mio figlio che piange e si sente sporco dentro. Che fare?

    • cocco bill 7 febbraio 2010 at 18:49

      Lasci stare la galera signora, non mi sembra proprio il caso. Ma non minimizzi con suo figlio. Gli lasci credere che la cosa sia grave. Così, in futuro, cercherà almeno di evitare il ripetersi di una simile esperienza.

  • Francesco 3 ottobre 2008 at 00:05

    paolo 2 ottobre 2008 at 22:24
    volevo sepere se una cartapostapay ricaricabile viene iscritto se uno utiizza tramite internet se non ci sono fondi e viene denuciato per frode

    Con la postpay se non è carica la transazione non va a buon fine, non c’è nessun pericolo di denuncia per frode.
    ciao
    Francesco




Cerca