Assegno - Incasso dell'assegno sbarrato

Lo sbarramento di un assegno, ovvero l'apposizione di due sbarre sulla facciata anteriore, comporta l'obbligo per la banca emittente di pagare solo a un'altra banca o ad un proprio cliente (sbarramento generale).

Se fra le due sbarre vi sia apposto il nome di un banchiere, l'assegno potrà essere pagato solo a questo oppure, se esso coincide con il trattario (la banca emittente), ad un suo cliente (sbarramento speciale).

In poche parole il beneficiario di un assegno sbarrato non può riscuoterlo se non versandolo su un conto corrente.

L'eventuale cancellazione dello sbarramento o del nome della banca si considera come mai fatta.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca