Agevolazioni mutui giovani » Ora requisiti meno restrittivi

Condizioni per l'accesso al Fondo di Garanzia delle giovani coppie che chiedono un mutuo per la prima casa: dal 21 settembre 2013 i requisiti di accesso a tali agevolazioni sono stati modificati così da consentire a più soggetti che vogliano acquistare un'abitazione di avere un finanziamento che, teoricamente, dovrebbe venire concesso con più facilità dalle banche, grazie alla garanzie statali.

Le modifiche introdotte sono contenute nel Dpr 103/2013, in vigore dal 21 settembre 2013.

Le nuove disposizioni (che incidono sul Dpr 256 del 17 dicembre 2010) alzano la soglia di reddito per i beneficiari ed eliminano l'obbligo di avere una percentuale di reddito da lavoro dipendente, per non escludere i giovani precari. I mutui chiesti non possono comunqaue essere superiori a 200mila euro.

La speranza è che si possano usare meglio i milioni sul Fondo di Garanzia per mutui agevolati ai giovani, visto che negli ultimi anni, con le precedenti condizioni, ne sono stati erogati solo un centinaio.

Riassumendo, ecco le delibere introdotte:

  • Reddito Isee non oltre i 40.000 euro annui (in precedenza 35.000); non più necessario il requisito del 50% almeno da contratto di lavoro atipico, ma in caso di domande presentate in contemporanea, se il Fondo comincia ad essere insufficiente si dà precedenza alle giovani coppie coniugate e i nuclei, anche monogenitoriali, con figli minori, i cui componenti non abbiano un contratto a tempo indeterminato;
  • Caratteristiche del mutuo casa: importo non oltre i 200.000 euro, tasso di interesse, fisso o variabile, non superiore al tasso effettivo globale medio sui mutui, pubblicato trimestralmente dal Ministero dell'Economia (in precedenza era massimo Euribor + 120 o 150 punti base per mutui a tasso variabile, superiori o meno a 20 anni, e Irs + 120 o 150 punti base per i mutui a tasso fisso);
  • Caratteristiche dell'abitazione: dai 90 metri quadri si passa a 95 metri quadri di dimensione massima; chiaramente deve essere la prima casa (abitazione principale) e non essere un immobile di pregio delle categorie catastali A1, A8, A9.

25 settembre 2013 · Gennaro Andele

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , ,

mutui agevolati per giovani coppie anche con contratto di lavoro atipico

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su agevolazioni mutui giovani » ora requisiti meno restrittivi. Clicca qui.

Stai leggendo Agevolazioni mutui giovani » Ora requisiti meno restrittivi Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 25 settembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria mutui agevolati per giovani coppie anche con contratto di lavoro atipico Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca